Pesante condanna al killer dei gatti di Trescore

Il giudice del tribunale di Bergamo Antonella Bertoja mercoledì 1 marzo ha condannato a 3 anni e 6 mesi di carcere, oltre a due anni di libertà vigilata, il killer dei gatti di Trescore Balneario, riconoscendo all’uomo la recidiva specifica, che permette di aumentare la pena.

Nella condanna quindi il Tribunale è andato ben oltre la richiesta del pubblico ministero di un anno e quattro mesi. Il killer dei gatti dovrà inoltre dovrà versare un risarcimento di 5mila euro per ognuna delle parti civili: Enpa, Diritti Animali e Ugda e pagare le spese processuali anche alle parti coinvolte. Al condannato è stato riconosciuto il Patrocinio a spese dello Stato, avendo un reddito annuo inferiore agli 11.528,41 lordi e senza beni intestati: quindi eviterà di pagare le spese processuali, sia proprie che degli altri, che saranno a carico dell’erario. I risarcimenti rimarranno invece cristallizzati, in attesa che l’uomo possa ricominciare a lavorare. L’avvocato dell’uomo, Isabella Colombo, si è comunque dichiarata pronta a proseguire la battaglia processuale. Soddisfazione per la sentenza è stata invece espressa dall’Enpa (Ente Nazionale Protezione Animali), che si era costituita parte civile al processo.

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli

Lunghe code sulla Statale 42

Problemi al traffico anche questa mattina nel tratto tra Luzzana e Borgo di Terzo dove si sono registrate lunghe code. Il traffico molto sostenuto è