elicottero 118 notte

Paura per un 52enne sulla pista di cross di Sonico

Attimi di apprensione attorno alle 16.30 per un 52enne di Vezza d’Oglio che, in sella al proprio, stava percorrendo il tracciato apposito e riservato, in territorio di Sonico, accanto alla Satate 42 e al fiume Oglio, quando all’improvviso è caduto restando a terra privo di sensi.

La caduta del crossista è avvenuta mentre stava percorrendo un tratto rettilineo: non è escluso che all’origine dell’incidente possa esservi un malore accusato dall’uomo. Immediato l’allarme da parte degli assistenti in pista: da Edolo è arrivata l’ambulanza da terra dell’Ospedale la cui équipe ha iniziato la rianimazione, compiendo più volte la manovra con il defibrillatore. Nel frattempo il 112 aveva allertato ben tre elicotteri: due di essi, quello di Trento e quello di Sondrio, hanno rifiutato l’intervento in quanto le effemeridi utili per il volo erano scadute. Da Brescia è decollato quindi l’elicottero del 118 che ha base fissa al Civile ed è atterrato al campo sportivo di Malonno, abilitato per decolli e atterraggi notturni. Lì l’ambulanza da terra ha portato l’infortunato le cui condizioni erano critiche: è stato quindi caricato a bordo e trasferito in volo al Civile di Brescia in codice rosso. L’impianto di Sonico, inaugurato nel marzo 2014 in area demaniale, con tutti i permessi e le sicurezze del caso, gestita dal Motclub Edolo, è meta di un pubblico appassionato di crossisti che vi si cimentano in ogni stagione dell’anno. La pista si trova poco prima del bivio per Rino di Sonico ed il ponte Dassa per chi sale in Vallecamonica.

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli

A Rota Imagna 100 bambini ucraini

Dal 20 marzo, Rota d’Imagna, paesino di 900 anime delle valli bergamasche, ospita 100 bambini ucraini. Sono tutti orfani che, forunatamente, sono riusciti a lasciare