Omicidio Gorsseto.jpg

Partita da Brescia la Mercedes con i killer di Grosseto

A Grosseto nella notte della vigilia di natale ha perso la vita un colombiano di 40 anni, e un senegalese 33enne è rimasto gravemente ferito: sarebbe arrivata da Brescia la Mercedes Gla che trasportava i due stranieri che poi hanno avuto il faccia a faccia, risolto a colpi di pistola, con il 27enne di origini dominicane che è stato arrestato solo poche ore fa al confine con la Francia (Foto: Il Tirreno).

L’uomo era a bordo di una Fiat 500 Abarth, risultata rubata: con lui anche un’altra persona, le cui responsabilità sono attualmente al vaglio degli inquirenti. Il 27enne è già stato trasferito in carcere, con l’accusa di omicidio: armato di pistola ha freddato con un colpo alla testa il 40enne che si era rimesso alla guida dell’auto, e ha colpito alla schiena il 33enne che invece stava scappando a piedi. Ci sarebbe un regolamento di conti all’origine della sparatoria, probabilmente legato a uno scambio droga-soldi che non è andato a buon fine. A bordo della Mercedes bresciana, infatti, sarebbero stati trovati tra i 40 e i 50mila euro in contanti. Tutto è successo in pochi minuti, nella tarda serata del 23 dicembre scorso.

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli

Le tante sorprese di un ghiacciaio

L’Università degli Studi di Brescia e in collaborazione con «Umanesimo artificiale» e «Idee di volumi” ha dato vita a un’iniziativa denominata “un suono in estinzione”

Continua la lotta al pesce siluro

Nella Riserva Naturale delle Torbiere del Sebino tornano gli interventi mirati al contenimento del pesce siluro. Regione Lombardia ha finanziato il nuovo progetto messo in