Operazione “Montecampione”: 12 le persone indagate

Sabato mattina i Carabinieri della Compagnia di Breno, dopo una lunga indagine durata sei mesi nell’ambito di un’attività investigativa coordinata dalla PM Benedetta Callea, della Procura della Repubblica di Brescia, hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di applicazione di misure cautelari a carico di dodici persone, tra cui 11 italiani e 1 tunisino, responsabili dei reati di produzione, traffico, detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti.

Il gruppo, durante la scorsa primavera, avrebbe avviato una florida attività di spaccio di marijuana e cocaina. Nei sei mesi di indagini sono stati identificati molti clienti e l’operazione ha preso il nome “Montecampione”, in ricordo del primo fermo che ha dato avvio alle indagini e ha visto impegnati una cinquantina di Carabinieri, interessando sia la Valle Camonica che il Sebino.

Tutto è cominciato durante il periodo della prima clausura: una fiorente attività di spaccio, destinata a rifornire una vasta area come testimoniato dall’identificazione dei clienti. La prima azione di rilievo risale al 7 agosto, con l’arresto in flagranza di sette persone. Allora, i Carabinieri avevano sequestrato quattro serre di marijuana, quasi cinque kg di erba e in carcere erano finite, tra le altre, cinque persone riconducibili ad una sola famiglia residente a Pian Camuno. La Marijuana giungeva direttamente dalla Spagna a prezzi vantaggiosi.

Il capo banda, un pregiudicato 48enne operaio di Pian Camuno, oltre ad avavlersi della collaborazione della compagna e dei due figli di questa, poteva contare su alcuni giovani appena maggiorenni, a cui era stato affidato l’incarico di procacciare i clienti. Il Gip ha quindi applicato a carico del pregiudicato 48enne l’arresto in carcere, ha dato i semplici domiciliari a un 40enne di Borno, un 28enne di Esine, una 60enne di Artogne e un 20enne di Piancogno. Sono invece stati arrestati un 21enne di Chiuduno, un 19enne di Casazza e una 19enne di Sovere.

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli