NOTTE DI FUOCO

 

Incidente stradale sabato 16 aprile attorno alle 19.00 a Rogno i via Nazionale all’altezza del bivio con via Garibaldi e via Piazze: una Rénault a bordo della quale c’erano 4 persone ha tamponato violentemente buna Mercedes Classe A condotta da una donna di 49 anni che aveva a bordo la figlia di 14 anni. Sul posto è intervenuta l’ambulanza di Camunia Soccorso che ha trattato le due donne e trasferite in codice verde all’Ospedale di Esine per gli accertamenti del caso. Illesi gli occupanti della Rénault. Il traffico ha subito qualche rallentamento per permettere i soccorsi. La notte è stata caratterizzata da una serie di interventi per soccorrere persone, soprattutto giovani, che presentavano sintomi da intossicazione etilica: due ragazze di 15 e 16 anni sono state soccorse a Darfo e trasportate a Esine attorno alle 23.30 e all’una di notte un ragazzo di 20 anni di Ceto, sempre per la stessa ragione, è stato portato a Esine; una ragazza di 19 anni attorno alle 2.30 è stata soccorsa a Corte Franca per intossicazione etilica; ancora a Darfo alle 3 di notte una ragazza di 18 anni è stata soccorsa e trasportata a Esine; infine a Ponte S. Pietro poco dopo le 7.00 una donna di 36 anni è stata ricoverata per intossicazione da alcool.

Molti gli interventi anche per aggressioni e liti violente: a Bergamo alle 21.30 e a Nembro alle 22.30 dove sono stati coinvolti due uomini di 41 e 65 anni; ad Almenno S. Bartolomeo alle 2.30 dove è stata coinvolta una ragazza di 14 anni e a Mazzano alla stessa ora dove in una lite è stato ferito un ragazzo di 25 anni; una donna di 34 anni è stata ferita in un’aggressione a Brescia e a Bergamo alle 3 di notte è stato coinvolto un uomo di 46 anni, mentre a Bolgare poco dopo un 32enne è stato coinvolto in una rissa. Alle 7 a Roncadelle 4 persone sono state coinvolte durante una rissa, altre 4 persone a Brescia sono state medicate nei vari pronto soccorso della città per due diverse aggressioni tra le 7.00 e le 7.30, mentre Montichiari alle 8.40 una guardia giurata si è tolto la vita all’interno della propria auto parcheggiata in via degli Innocenti, sparandosi con la propria pistola.

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli

A Rota Imagna 100 bambini ucraini

Dal 20 marzo, Rota d’Imagna, paesino di 900 anime delle valli bergamasche, ospita 100 bambini ucraini. Sono tutti orfani che, forunatamente, sono riusciti a lasciare