Nonna Angela: da Gandino alla réclame nei giorni della pandemia

Nei giorni cupi della pandemia anche il mondo della pubblicità si è necessariamente adeguato. Effetti speciali e offerte mirabolanti hanno lasciato il posto, negli spot tv, a messaggi più sobri destinati a richiamare l’impegno di tutti per uscire dall’emergenza. Non è sfuggito alla regola il celeberrimo brand Star, legato all’industria alimentare, che ha lanciato uno promo video in cui si punta su vicinanza, condivisione e speranza. Una clip efficace, nata dall’idea creativa di Vmly&R, e prodotta da Akita con la regia di I Cric.
Il set per le riprese è stato allestito in una storica casa di ringhiera milanese, zona Paolo Sarpi, utilizzando come attori (complice il necessario distanziamento sociale) gli abitanti stessi della casa. Fra loro anche una Bergamasca della Valle Seriana, Angela Della Torre, che quest’anno festeggia il bel traguardo dei 90 anni. Nello spot è la signora che accoglie con gioia fra le mani un cesto di prodotti, calato dal balcone della vicina che vive al piano di sopra. Angela è originaria di Gandino, dove in gioventù era stata anche ospite dell’Orfanotrofio gestito dalle Orsoline, in quanto rimasta orfana di madre in tenera età, lavorando allo stabilimento Radici del fondovalle. Successivamente ha vissuto nel quartiere a monte di piazza Vittorio Veneto, a pochi passi dalla storica “Tribulina Granda”. Per tutti suo padre era “ol Sindech”.
“Mia madre – spiega il figlio Giacinto – conobbe papà Luciano Tomaselli a Milano, dove si era recata in Fiera con un’amica. Lui era giunto dalla Sicilia e dopo il matrimonio nel 1961 vissero per qualche tempo proprio a Gandino. Una volta trasferiti a Milano, mamma Angela ha mantenuto i legami con il paese natale (a Leffe vivono tuttora una sorella e alcuni cugini), tanto che nel 1962 con un avventuroso viaggio, in treno e corriera, volle tornare all’Ospedale di Gandino per farmi nascere lassù”.
La casa di ringhiera in zona Paolo Sarpi a Milano è un bell’esempio di socialità vecchio stile, con la gente che dialoga cordialmente dai balconi. “Un clima che ha ispirato un giovane che qui vive – aggiunge Giacinto – e che ha proposto il set alla produzione. Due anni fa in questo cortile arrivò anche l’arcivescovo di Milano card. Angelo Scola”. Nonna Angela fra quei balconi che sono il suo regno quotidiano è la più anziana e per questo è un poco la Regina Madre del caseggiato, benvoluta e coccolata da tutti. Una vera e propria…Star, ora anche di fatto.

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli