Cerca
Close this search box.

Coronavirus, morto il missionario soverese Pierantonio Zanni

Il Sud America, la terra che a braccia aperte aveva accolto Pierantonio Zanni nell’ormai lontano 1986, non è stato risparmiato dalle sofferenze del coronavirus. Il missionario – nato nel 1937 a Sovere – è spirato in Brasile per complicanze legate al covid-19. Sin dalle prime ore della diffusione della notizia sono state tantissime le persone che attraverso la loro testimonianza hanno voluto esprimere il proprio cordoglio. Sono stati i frati cappuccini della provincia di Bergamo ad annunciare la morte di Pierantonio, attraverso un messaggio di stima e affetto: “Nel pomeriggio di sabato 9 maggio, fra’ Pierantonio Zanni è tornato alla casa del padre all’ospedale generale Unimed di Belém, dove era stato ricoverato a causa del covid-19. Nel quarto anniversario della morte di Padre Apollonio Troesi, un altro grande missionario ci ha lasciato. Chiediamo a tutti una preghiera”.

Padre Pierantonio è stato un missionario per molti anni, nel nostro regionale. Tra le tante attività, è stato professore e direttore dello Iesma (istituzione cattolica, ndr). Durante il suo mandato è riuscito a creare le condizioni per il riconoscimento del nostro Istituto insieme con il Ministero dell’Istruzione e della Cultura. Per via del suo modo di essere e della sua spiritualità, ha segnato molto una generazione di presbiteri del Maranhão. Apprezziamo profondamente tutta la sua dedizione e la sua donazione alla nostra Chiesa”. Queste sono, invece, le parole dei Vescovi del Regionale NE5 della CNBB.

Condividi:

Ultimi Articoli

Incidente moto

Morto un motociclista 45enne.

L’uomo, 45 anni, sarebbe uscito di strada da solo sulla Sp 11 all’altezza della frazione di Desenzano del Garda L’incidente sul territorio di San Martino