Nasce la Rete Europea dei paesi del Nobel

Dal 5 al 7 febbraio una delegazione di Luarca, Principado de Austuria (Spagna) che diede i natali a Severo Ochoa, una delegazione di Petilia de Aragon Comunidad Foral de Navarra (Spagna) che diede i natali a Santiago Ramony Cajal e la delegazione di Corteno Golgi, terra natale di Camillo Golgi, si sono incontrate a Pamplona per definire le basi di un gemellaggio tra paesi, e i primi passi per lo sviluppo del progetto della Rete Europea de Villas de Nobel.

Tra gli obbiettivi della Rete Europea dei Paesi dei Nobel ci sono quelli di collegare paesi rurali Europei che hanno dato i natali ad un Premio Nobel e di conseguenza valorizzare la figura di ciascuno attraverso la promozione congiunta di eventi di divulgazione scientifica, culturale, educativa e turistica. Un altro aspetto importante riguarda la volontà di creare attività di promozione e sviluppo dell’ambiente rurale per combattere lo spopolamento.

L’accordo di cooperare al progetto Europeo è stato suggellato presso il Palazzo del Governo di Navarra con la supervisione della Consigliera del Governo di Navarra Ana Ollo Hualde, del delegato del Governo spagnolo in Navarra José Luis Arasti e alla console onoraria d’Italia con stanza a Pamplona Luciana Schiavarelli. Questo incontro è stato il punto di partenza. Nei prossimi mesi i vari membri delle delegazioni lavoreranno gomito a gomito per la costruzione e la definizione delle varie attività che verranno sviluppate nel progetto “Red Europea de Villas de Nobel”.

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli