Nadro, torna la Rievocazione Seicentesca

Tuffo nel passato a Nadro con la sesta edizione della Rievocazione Seicentesca: sabato 19 e domenica 20 novembre si tornerà indietro di quattrocento anni, fino al 1616.

Nata nel 2011 per ricordare i quattrocento anni dall’erezione del campanile costruito nel 1611, la rievocazione Seicentesca sarà caratterizzata anche quest’anno da numerosi spettacoli ed intrattenimenti.

Si inizia sabato 19 novembre con l’inaugurazione della manifestazione alla presenza delle autorità, seguita dalla scenografica battaglia in armi bianche e moschetti inscenata dal Gruppo Storico Città di Palmanova, che da cinque collabora con l’associazione Pro Nadro per l’organizzazione della rievocazione. Novità di quest’anno sarà la sfida tra le antiche contrade del paese con giochi di squadra in abiti seicenteschi.

Domenica 20, dalle 15.30, si terrà la convocazione della vicinia, l’antico organismo pre-comunale che rappresentava i capifuoco (capifamiglia) delle famiglie originarie di una un paese (i vicini). Nella congregazione della vicinia di Nadro è prevista la distribuzione del sale e del pane alle famiglie originarie secondo l’antica usanza della “dada”, dalla quale le famiglie forestiere erano escluse. In seguito sarà ricordato lo storico evento dell’apparizione della Madonna alla comunità di Berzo Inferiore.

Come sempre, ad arricchire la Rievocazione – patrocinata da Regione Lombardia, Provincia di Brescia, Comunità Montana di Valle Camonica e supportata scientificamente dalla Società Storica e Antropologica di Valle Camonica –  saranno aperte le numerose cantine poste nei pressi del centro storico, che ospiteranno oltre cinquanta espositori. Non mancheranno dei luoghi deputati alla degustazione di piatti tipici locali, dai Casonséi de Nàder allle bavette della vicinia fino alla trippa degli originari.

Il programma:

Sabato 19
10.00 Visita per le scuole: Anno Domini 1616
12.00 Apertura punti ristoro
15.00 Inaugurazione mercatini Battaglia alle porte del paese
16.30 Lancio palloncini con lettere per S. Lucia
18.00 Apertura punti ristoro
20.00 Musica itinerante
21.30 Rissa e schermaglia alla Locanda
23.00 Chiusura mercatini

Domenica 20
10.00 Santa Messa con canti in latino
Apertura mercatini
11.00 Reclutamento civili e prove di sparo Visita guidata al centro storico da Piazza Vaiarini
12.00 Apertura punti ristoro
14.30 Sfide tra le antiche contrade
15.30 Congregazione della Vicinia e l’apparizione della Madonna a Berzo
17.00 Musica itinerante
18.00 Apertura punti ristoro
21.00 Chiusura mercatini

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli

A Rota Imagna 100 bambini ucraini

Dal 20 marzo, Rota d’Imagna, paesino di 900 anime delle valli bergamasche, ospita 100 bambini ucraini. Sono tutti orfani che, forunatamente, sono riusciti a lasciare