MULINO CUSIO

Mugnai per un giorno, a Cusio è possibile È Festa al borgo del Mulino


Un calendario ricco di appuntamenti, un mulino del XVII secolo, il ritorno del Mais Brembano e un percorso di visita tutto nuovo! Sono questi gli ingredienti della VII^ edizione della Festa d’autunno al Borgo del Mulino di Cusio che si terrà dal prossimo venerdì 27 ottobre. Il Mulino di Cusio non ha mai smesso di macinare, ma da quest’anno tra le sue macine torneranno i chicchi del mais brembano. Grazie al lavoro dell’Associazione Cerealicoltori Brembani e della Banca del Germoplasma del Mais del CREA-CI è stato infatti possibile risalire ad una varietà di mais coltivata da tempo nei campi della Valle Brembana. Si tratta di una varietà precoce adatta al clima alpino, di granella vitrea per farina, con un leggero rostro sulla corona del chicco, e con la presenza di un’originale variabilità genetica nel colore dei chicchi e semi, sia di colore arancio e sia di colore rosso. Caratteristiche, queste, che ne confermano l’unicità e confermano la diversità rispetto ad altre varietà coltivate sull’arco alpino.

Ma le novità non finiscono qui. L’Amministrazione Comunale di Cusio infatti, grazie al sostegno e al contributo di Regione Lombardia, ha realizzato un nuovo percorso di visita e didattico che valorizza la filiera del mais di montagna. I partecipanti alla Festa potranno così “diventare mugnai per un giorno” raccogliendo le pannocchie, scartocciandole, portandole all’essiccatoio, sgranandole e versando i chicchi direttamente nella tramoggia del Mulino. Il percorso sarà presentato nel pomeriggio di sabato 28 insieme a due documentari che illustrano le attività legate alla coltivazione del mais brembano e al funzionamento dell’antico mulino.


LA GALLERY

[bt_slider uid=”1508833591-59eef93737dfa” target=”_blank” width=”0″ crop=”no” thumbnail_width=”800″ thumbnail_height=”600″ show_title=”no” centered=”yes” arrows=”yes” pagination=”bullet” autoplay=”5000″ speed=”600″][bt_image src=”images/bt-shortcode/upload/DSC_0512.JPG” title=”DSC_0512.JPG” link=”” parent_tag=”slider”] [bt_image src=”images/bt-shortcode/upload/IMG-3796.JPG” title=”IMG-3796.JPG” link=”” parent_tag=”slider”] [bt_image src=”images/bt-shortcode/upload/DSC_0951.JPG” title=”DSC_0951.JPG” link=”” parent_tag=”slider”] [bt_image src=”images/bt-shortcode/upload/DSC_0967.JPG” title=”DSC_0967.JPG” link=”” parent_tag=”slider”][/bt_slider]


GLI APPUNTAMENTI IN PROGRAMMA  –  Il calendario degli appuntamenti inizia con la serata di venerdì 27, “Leggiamo insieme il paesaggio di Cusio”, in cui il Prof. Ferlinghetti, dell’Università degli studi di Bergamo, illustrerà alcune curiosità legate a cultura, architettura e economia nella storia del paese di Cusio. All’incontro farà seguito una passeggiata, nella mattinata di sabato 28, per vedere sul territorio quanto presentato durante la serata.

Il calendario entra nel vivo dal pomeriggio di sabato 28. Alle 14,30 è in programma la presentazione del nuovo “percorso del mais brembano” e dei documentari realizzati nell’ambito del progetto di valorizzazione della filiera del mais di montagna, a cui seguirà la visita al nuovo essiccatoio, al percorso e al mulino con la dimostrazione del suo funzionamento. Laboratori, merende con dolci a base di mais brembano, sgranatura del mais e aperitivo con la polenta preparata con la farina del mulino accompagnano alla cena a tema nei ristoranti di Cusio. Si potrà scegliere tra un menu tradizionale al Ristorante Pierino e le pizze con l’impasto preparato con la farina di mais brembano della pizzeria Paleni Rossella. Il clou sarà domenica 29, con tanti appuntamenti per scoprire i protagonisti della Festa al Borgo del Mulino e attività di intrattenimento. Dal mattino sarà possibile visitare il Mulino e assistere alla dimostrazione del suo funzionamento, degustare e acquistare prodotti locali e artigianali, partecipare ai laboratori “prepariamo gli gnocchi” e gustare un aperitivo nei pressi del Mulino. Ma soprattutto domenica si potrà “diventare mugnaio per un giorno”, partecipando attivamente a tutte le fasi di trasformazione del mais insieme all’Associazione Cerealicoltori Brembani.

A pranzo si gusteranno rigorosamente ricette tradizionali: la polenta preparata con la farina di mais brembano macinata al mulino accompagnerà i “nosècc” (involtini di verze) o gli “osèi scapà” (involtini di carne). Nel pomeriggio laboratori e attività per grandi e piccini chiuderanno al meglio la tre giorni di festa.

Info e riferimenti: www.altobrembo.it; Per maggiori informazioni: info@altobrembo.it – Tel. 348.1842781.


 

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli

Zogno, si chiude la Castagnamo

Domenica 28 a Zogno si conclude con Castagnamo la tredicesima edizione della rassegna gastronomica- culturale Sapori & Cultura inaugurata a inizio ottobre. Un  appuntamento –

Voglia di musica in Valle Camonica

Nascerà la banda musicale giovanile della provincia di Brescia dell’Associazione nazionale bande musicali, Anbima? E’ presto per dirlo, ma ci sono già i presupposti perché