Moralità, sincerità e difesa del territorio: chi sono i Los Chicos Buenos

Dieci anni fa un parrucchiere di Darfo Boario Terme ha deciso di riscrivere lo scoutismo in chiave moderna con manuali nuovi per persone che nella vita hanno deciso di sposare valori quali moralità, sincerità e difesa del territorio. Concetti concretizzatisi poi nella nascita dei Los Chicos Buenos nel 2009, inizialmente una realtà di paese poi trasformatasi in associazione, attiva nel mantenimento e nella valorizzazione degli spazi verdi lungo il fiume Oglio in Valcamonica. Dall’anno della fondazione Pablo Putelli e i suoi compagni ne hanno fatta di strada. “Siamo partiti in tre con un decespugliatore e una roncola – racconta divertito Pablo -. Abbiamo iniziato pulendo un parco giochi e nei mesi successivi abbiamo esteso l’impegno sulle sponde dell’Oglio”.
La sfida animata dall’amore per il territorio ha spinto i Los Chicos Buenos a creare spiagge fluviali laddove prima esistevano solo spini e trascuratezza. “Oggi centinaia di persone a settimana vanno a fare il bagno nel fiume o a prendere il sole – riconosce il parrucchiere -. Tenendo pulite le sponde abbiamo creato spiagge fluviali e valorizzato intere aree dove prima non bazzicava nessuno”. L’idea è piaciuta talmente tanto che la Comunità Montana ha chiesto all’associazione di prendersi cura anche dei dieci chilometri di sentieri fluviali da lei realizzati lungo il fiume. “Abbiamo deciso insieme alla Comunità Montana di prendercene cura e manutenere il sentiero – prosegue Pablo –. Ci siamo resi conto di altre grandi potenzialità territoriali: attualmente curiamo dieci km di sentieri fluviali da Montecchio alla Sacca e dalla Sacca a Montecchio più due km di ciclabile a Esine”.
Su questo anello di dieci km il prossimo passo, certamente ambizioso ma realizzabile, sarà quello di creare il primo parco naturale-culturale-turistico sul fiume Oglio. “Agire con gli enti è sempre difficile, ma ci stiamo muovendo e la Comunità Montana ha concesso dei contributi per lavorare. Il progetto per il parco fluviale prevede aree di allenamento, parchi giochi, gallerie dei tedeschi come mostre, sentieri di mountain bike, percorsi pedonali di diversi livelli di difficoltà e tanto altro per portare avanti il discorso del turismo lento a Darfo Boario Terme e in tutta la Valle Camonica”.
Parte dei progetti sono stati realizzati, ma il viaggio è appena cominciato e i Los Chicos Buenos non intendono accontentarsi. “È possibile trasformare la Valle Camonica in un grande paese turistico – conclude Pablo -. Ci sono diverse progettualità per la creazione del parco: noleggi e-bike, canoe nel fiume, pareti per scalare, con la possibilità di creare posti di lavoro per i giovani. Lavoreremo con la Comunità Montana per trasformare questo sogno in una realtà che valorizzi il territorio come merita”.

Francesco Moretti

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli