Montisola si racconta ai visitatori

Monte Isola parla di sé ai turisti in occasione di The Floating Piers; Peschiera Maraglio. “Fuoghi 40. Anime 400” è il titolo dell’ultima opera scritta da Monsignor Francesco Turla e dedicata all’Isola.

L’opera si concentra sulla frazione di Peschiera Maraglio, “Peschera” in dialetto bresciano, denominazione latina legata all’attività di pesca e di fabbricazione di reti che l’hanno caratterizzata fin dalle origini. Una ricerca attenta e minuziosa del parroco-scrittore che recupera una storia di Peschiera che attraversa i secoli e che omaggia la sua piccola comunità, da quando all’inizio del 1600 contava 40 fuoghi – famiglie – e 400 anime, fino ai giorni nostri.

A concludere l’opera il capitolo più recente della storia di Peschiera Maraglio: la Land Art di Christo, l’artista che con il suo “Floating Piers” dal prossimo sabato trasformerà Montisola in una penisola, permettendole di finire sotto i riflettori che questo luogo ricco di suggestione e storia merita.

Patrocinata dal Comune di Monte Isola, la presentazione del volume si è tenuta lo scorso 4 giugno ed è stata a cura dell’Associazione Culturale “Giovane Isola”; nata dall’iniziativa, dall’entusiasmo e dallo spirito collaborativo di giovani montisolani, l’associazione mira alla promozione e alla valorizzazione del territorio e delle sue tradizioni. A questo proposito sono organizzate diverse attività artistiche, culturali, didattiche, ricreative-sportive, promozionali e di servizio sociale, che si pongono come obiettivo finale il miglioramento della coesione sociale e intergenerazionale.

“Coscienti del valore del nostro territorio, delle nostre tradizioni e dei nostri valori – afferma entusiasta Michele Turla, il vicepresidente dell’associazione – agiamo a fianco del cittadino montisolano, mettendo a disposizione energia, tempo ed impegno, accogliendo idee e progetti e quant’altro possa rivelarsi un bene per la crescita del territorio e della comunità.”

L’Isola si prepara accogliendo The Floating Piers anche con progetti messi a punto esclusivamente per l’evento di Christo: a Peschiera Maraglio sarà possibil visitare una mostra di oggetti sacri, mentre su tutta l’Isola sarà attivo il progetto “Aroun The Floating Piers”; con la direzione artistica della professoressa Bertoglio, i turisti potranno visitare diversi teatri all’aperto nei quali svariati attori professionisti metteranno in scena le storie e le tradizioni dell’Isola.

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli

A Rota Imagna 100 bambini ucraini

Dal 20 marzo, Rota d’Imagna, paesino di 900 anime delle valli bergamasche, ospita 100 bambini ucraini. Sono tutti orfani che, forunatamente, sono riusciti a lasciare