Mini focolaio in Oncologia al Niguarda: scatta la bonifica

Il contagio sarebbe iniziato dapprima tra gli specializzandi, giovani studenti in medicina, diffondendosi in un secondo momento tra medici, infermieri e operatori sociosanitari. Per questa ragione, tutti i pazienti ricoverati in “oncoematologia” sono stati spostati per permettere la bonifica del reparto. La certezza è che si tratti di contagi recenti, perché non sono emersi attraverso la campagna di test sierologici sul personale fatta soltanto poche settimane fa. Negli ambulatori collegati e al day hospital non sono stati trovati casi positivi e dunque le attività proseguiranno senza intoppi. Un monito, questo, per chi sta vivendo le prime settimane della Fase 2 con troppa leggerezza.

Condividi:

Ultimi Articoli

A Leffe si celebra il Triduo

A Leffe si celebra il Triduo

Arte e fede si fondono in Val Gandino nella tradizione delle Raggiere, che per oltre un mese (a cadenza settimanale nelle varie parrocchie) vengono montate