Macchia “anomala” nelle acque delle Torbiere

Questa mattina alcuni pescatori hanno avvistato una macchia di colore bianco denso lunga 200 metri e larga 5 metri nel primo laghetto delle Torbiere  accedendo alla riserva  dall’entrata di Provaglio d’Iseo. Alcuni pescatori hanno dichiarato di avere sentito il rumore di un trattore nelle vicinanze poco prima dell’apparire della macchia. “Non è da escludere un nuovo inquinamento dell”uomo provocato per disfarsi di prodotti tossico-nocivi anziché conferirli secondo le norme sull’ambiente” ha spiegato il presidente di Legambiente del basso Sebino Dario Balotta che aggiunge” si tratta di un nuovo grave atto irresponsabile che rischia di colpire irrimediabilmente il già precario ecosistema della riserva del torbiere”. Toccherà agli enti preposti capire di che materiale si tratta e cercare di risalire ai colpevoli del versamento.

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli

A Rota Imagna 100 bambini ucraini

Dal 20 marzo, Rota d’Imagna, paesino di 900 anime delle valli bergamasche, ospita 100 bambini ucraini. Sono tutti orfani che, forunatamente, sono riusciti a lasciare