Lombardia, l’ incidenza cancro colon in diminuzione

Nella foto Letizia Moratti, Assessore al Welfare e Vice Presidente Regione Lombardia

“Per il 2019 il rapporto ‘I numeri del cancro in Italia’ – spiega la vicepresidente ed assessore al Welfare, Letizia Moratti – riporta per la Regione Lombardia una stima del numero totale di nuovi casi di cancro pari a 60.000: 30.000 nei maschi e 30.000 nelle femmine. Di questi, si stima che 10.000 siano cancri della mammella, circa un cancro su 3 per il sesso femminile. 7.100 i cancri del colon e del retto e 550 cancri della cervice uterina. L’incidenza per cancro del colon risultava in diminuzione per entrambi i sessi”. “In questo quadro epidemiologico – prosegue Letizia Moratti – la prevenzione, primaria e secondaria, gioca un ruolo chiave nel diminuire il rischio di sviluppo di un tumore e nella eventuale sua diagnosi precoce. Per la prevenzione primaria, è fondamentale aumentare la consapevolezza della popolazione sull’importanza di un corretto stile di vita. Questo con lo scopo di modificare eventuali comportamenti a rischio”.
Infatti, quasi il 30% della popolazione italiana conduce una vita sedentaria, con tassi in aumento nel tempo. Sovrappeso e obesità continuano a destare preoccupazione, anche nella popolazione pediatrica. Il 31,5% dei cittadini è in sovrappeso e il 10,8% è obeso. Altri fattori di rischio da monitorare particolarmente sono il fumo di sigaretta e il consumo di alcol, anche in questo caso con particolare riguardo alla fascia più giovane della popolazione, che potrebbe portare una drastica diminuzione nell’età media per lo sviluppo di patologica oncologica. A oggi, programmi di screening oncologici restano uno dei fattori cardine e imprescindibili nella lotta contro il cancro. In Lombardia, le campagne di screening attualmente in corso, previste dai LEA, sono molteplici e in grado di individuare forme di malattia in stadio precoce, permettendo ai medici di individuarle e trattarle tempestivamente per ridurre il carico prevenibile ed evitabile di morbosità, mortalità e disabilità della malattia. Nel 2019, in Italia, le persone invitate agli screening oncologici sono state oltre 13 milioni, mentre i test di screening effettuati sono stati 5.825.396. Se confrontato con il 2018, il dato 2019 si conferma stabile per quanto riguarda lo screening cervicale e quello colorettale, mentre è in aumento per quanto attiene allo screening mammografico.

Condividi:

Ultimi Articoli

Uniti contro il bullismo

Uniti contro il bullismo

Martedì 7 febbraio 2023 alle ore 10, il campo sportivo dell’Oratorio di Cazzano S.Andrea ospiterà un evento unitario con la partecipazione di parroci e sindaci

Una Guida al trapianto di fegato

Una Guida al trapianto di fegato

La Guida al Trapianto di Fegato è una risorsa creata dall’Associazione Amici del Trapianto di Fegato di Bergamo (AATF), che include due opuscoli (101 domande