Le terre dei Baschenis, si riscopre la storia e l’arte locale Presentato il progetto in Provincia


Il prossimo 7 dicembre 2017 ricorre il 400° anniversario della nascita di Evaristo Baschenis, ultimo prestigioso discendente di una ricca dinastia di pittori e “frescanti” che hanno dato lustro al territorio di Bergamo e delle valli Averara e Stabina. Questa mattina nello spazio Viterbi del Palazzo della Provincia è stato presentato il progetto “Le terre dei Baschenis”, ideato per far conoscere l’opera dei Baschenis valorizzando i beni culturali presenti sul territorio, sensibilizzare la popolazione alla conoscenza della storia e dell’arte locale e allo stesso tempo promuovere e offrire percorsi culturali a villeggianti e turisti, presenti soprattutto durante il periodo estivo.

Il progetto è promosso dall’Associazione Altobrembo, capofila per i sei Comuni delle Valli Averara e Stabina (Averara, Cassiglio, Cusio, Ornica, Santa Brigida, Valtorta), con il sostegno della Provincia di Bergamo, il patrocinio del Comune di Bergamo e della Comunità Montana Valle Brembana, il contributo degli Istituti Educativi di Bergamo e della Fondazione Bergamasca Onlus, in collaborazione con Centro Storico Culturale Valle Brembana, Centro Museale di Santa Brigida, Gruppo Culturale Santa Brigida, Cooperativa in Cammino, Associazione Guide Giacomo Carrara, Accademia Carrara e Accademia di Belle Arti G. Carrara.

Ulteriori informazione e palinsesto eventi su: www.leterredeibaschenis.it

 


 

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli

Andamento occupazione nella bergamasca

Rispetto alle previsioni, la fine del congelamento dei licenziamenti non ha provocato gli effetti negativi che preoccupavano gli imprenditori del terziario di Bergamo nei mesi

Natale ad Ambivere

Si avvicinano le feste natalizie e, puntualmente, tornano, per la gioia di grandi e piccini, le belle iniziative organizzate dall’amministrazione comunale di Ambivere, da sempre