Le Terme di Angolo questa stagione non apriranno

Lunedì si è assistito alla riapertura degli stabilimenti termali, come stabilito dal Governo, ma il via libera non è valso proprio per tutti. Dalla Valle Camonica, infatti, arrivano brutte notizie per il turismo: le Terme di Angolo per quest’anno non riapriranno. Il motivo è da individuare nei costi elevati per rispondere agli standard richiesti dalle norme in materia di sicurezza sanitaria per la riapertura. Anche lo scorso anno fu una stagione complicata, iniziata soltanto ad agosto inoltrato a causa del nubifragio che a giugno aveva danneggiato seriamente il parco termale. L’impegno del Gruppo Zani – gestore del padiglione delle feste – ha però dato una nuova vita all’area, poi ulteriormente rinnovata a febbraio con altri interventi volti a renderla ancora più ospitale.

Il tentativo di rilancio del complesso sarebbe dovuto passare anche attraverso i lavori di ristrutturazione della piscina termale – in gestione alla società Edelweiss – iniziati a gennaio ma poi interrotti a causa dell’emergenza sanitaria. Pesa anche la gestione dell’Hotel Terme: ottanta camere ormai profondamente segnate dal tempo e da anni all’asta giudiziaria. Il mancato intervento durante l’inverno sul centro cure, poi, ha fatto sì che anche quello fosse inadeguato a rispondere alle nuove norme dettate dalla pandemia. Troppo costose le spese di sistemazione per la cooperativa “Il Gabbiano”, che ha preso in carico la struttura dopo anni di gestioni altalenanti. La mancanza di solide basi economiche ha impedito di intervenire per i lavori necessari di manutenzione. La chiusura della struttura, per la stagione 2020, sembra ormai certa.

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli