Le tante sorprese di un ghiacciaio

L’Università degli Studi di Brescia e in collaborazione con «Umanesimo artificiale» e «Idee di volumi” ha dato vita a un’iniziativa denominata “un suono in estinzione” ovvero la raccolta dei possibili rumori che si colgono sui ghiacciai in ogni stagione e che i cambiamenti climatici stanno scatenando con una maggiore frequenza”  Un gruppo di ricercatori e di artisti ha registrato i fenomeni sonori dell’Adamello, attraverso una serie di quattro spedizioni sul ghiacciaio dell’Adamello per installare i registratori e indagare su questi suoni preziosi, che sono la rappresentazione acustica dei sintomi del cambiamento in corso e uno strumento di monitoraggio che dà informazioni su quando e con quale frequenza si verificano i fenomeni.

Intanto si fa sempre più concreto il futuro sugli sci di Ponte di Legno. Il progetto di ampliamento del demanio sciabile Medio Tonale-Cima Sorti ha compiuto un passo in avanti con il via libera, da parte della Regione, allo schema di convenzione con il Comune di Ponte per la realizzazione dell’intervento. Si tratta di un piano da 25 milioni per la realizzazione di due nuovi impianti e di dieci chilometri di piste con l’innevamento programmato.

Quattro i lotti: dapprima sarà costruita la cabinovia Stazione Vigili – Malga Serodine – Bleis, quindi sarà la volta della Bleis – Monte Tonale Occidentale. Il terzo lotto prevede le piste e i sovrappassi e l’ultimo la posa dell’innevamento e delle sale di pompaggio dal bacino artificiale del lago Bleis. Il progetto generale vede anche una nuova funicolare al Tonale, la copertura della stazione d’arrivo della cabinovia Vigili e tre nuovi rifugi come punto d’appoggio, ristoro e ricovero degli sciatori.

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli

A Rota Imagna 100 bambini ucraini

Dal 20 marzo, Rota d’Imagna, paesino di 900 anime delle valli bergamasche, ospita 100 bambini ucraini. Sono tutti orfani che, forunatamente, sono riusciti a lasciare