referendum appennino in garfagnana urna

L’eredità dell’ex sindaco al Comune (2,5 milioni) Come usarli? Indetto referendum

Il Comune di Fornovo San Giovanni, centro di cinquemila anime della Bassa bergamasca, ha indetto un referendum per far decidere ai cittadini come utilizzare un grosso lascito – due milioni e mezzo di euro – ereditato dall’ex sindaco del paese Carlo Nicoli, a capo del Comune tra gli anni Sessanta e Settanta e scomparso nel dicembre 2016 a 85 anni.

Il referendum popolare si terrà entro quest’anno, come ha riferito l’attuale sindaco Giancarlo Piana nell’ultimo Consiglio comunale. Oltre a 2,5 milioni in obbligazioni, azioni e soldi in contanti, l’ex primo cittadino ha lasciato al Comune anche la villa padronale dove abitava, con il vincolo che non possa essere venduta ma destinata a servizi pubblici a favore dei suoi concittadini.


 

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli

A Rota Imagna 100 bambini ucraini

Dal 20 marzo, Rota d’Imagna, paesino di 900 anime delle valli bergamasche, ospita 100 bambini ucraini. Sono tutti orfani che, forunatamente, sono riusciti a lasciare