Iseo: nasce Dispari, nuova cooperativa sociale

Nata nel 1990 su iniziativa di un gruppo di operatori sanitari della psichiatria dell’ex Azienda Ospedaliera “Mellino Mellini” di Chiari, la Cooperativa Is.pa.ro. prese il nome dai tre centri psico-sociali del territorio: Iseo, Palazzolo e Rovato.

L’obiettivo era quello di affiancare al percorso di cura delle attività lavorative che favorissero il reinserimento dei pazienti nella comunità di riferimento. Nel 1991 iniziò la stretta collaborazione con la cooperativa Diogene, che si occupava degli aspetti socio-sanitari della cura psichiatrica. Il connubio cura e lavoro è ancora oggi il punto di forza di tutto il Gruppo Cascina Clarabella nell’affrontare la malattia psichica. Oggi il gruppo Cascina Clarabella comprende – oltre ad Isparo, Diogene e Clarabella – anche le cooperative sociali Airone, Selene e I Perinelli, per un totale di 275 lavoratori di cui 99 con disabilità. Ora Isparo, dopo 26 anni di vita, ha deciso di fondersi con le altre due cooperative sociali non agricole del gruppo: Airone e Selene, che hanno sede rispettivamente a Pompiano e Ghedi. Il 22 dicembre, è la data fondamentale: nasce infatti una nuova realtà, denominata Dispari, che potrà contare su 4 milioni di fatturato grazie all’impegno di 167 lavoratori di cui 79 in inserimento lavorativo. Gestirà attività nel campo della manutenzione del verde pubblico e privato, pulizie professionali, stampaggio di materie plastiche e assemblaggio. Presidente della cooperativa sarà Carlo Fenaroli (ex Airone) e vice presidenti saranno Claudio Vavassori (ex Isparo) e Maurizio Zanetti (ex Selene). L’obiettivo è quello di consolidare le tre realtà rendendole più competitive sul mercato privato e maggiormente preparate nella partecipazione a gare pubbliche. Questo permetterà di dare maggiore sicurezza e continuità ai progetti di inserimento lavorativo.

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli