Due società per il Faccanoni di Sarnico

Habilita e S. Donato per la gestione del Faccanoni di Sarnico: entro gennaio la decisione dell’Asst Bergamo Est.

 La bergamasca Habilita, che già gestisce l’Ospedale Faccanoni di Sarnico dal febbraio 2008, e il Gruppo milanese San Donato, che già gestisce il Policlinico di Zingonia e quello di Ponte San Pietro, sono le due società che si contendono la gestione dell’ospedale Faccanoni di Sarnico per i prossimi nove anni. La Asst Bergamo Est (ex Azienda Bolognini), che a novembre aveva avviato il bando per affidare il presidio del Basso lago, dovrà decidere entro i primi giorni del 2017. A manifestare interesse vi erano anche due cooperative, una triestina e l’altra sarda, che però hanno deciso di ritirarsi. In questi giorni, la commissione tecnica dell’Asst Bergamo Est analizzerà la documentazione per decidere, in base ai criteri stabiliti, a quale delle due società rimaste affidare il presidio, per un canone base complessivo di 4,5 milioni di euro, quindi 500 mila euro l’anno, con una partecipazione agli utili da parte dell’Asst non inferiore al 20%, anche se in ogni caso l’Asst non parteciperà in alcun modo a eventuali perdite di gestione. L’ospedale di Sarnico dispone di 103 posti letto operativi tra Medicina e Riabilitazione e di altri 10 di Chirurgia, cui vanno aggiunti 20 di servizi ambulatoriali. Nato come ospedale per acuti, il Faccanoni era stato convertito in ambito riabilitativo a partire dal gennaio 2002, attraverso una sperimentazione pubblico-privata sottoscritta dall’ex Bolognini di Seriate prima con una società facente capo alla Maugeri di Pavia, poi dal 2007 con l’affidamento alla bergamasca Habil

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli