Ingresso a Urgnano del nuovo parroco don Stefano Bonazzi

INGRESSO A URGNANO DEL NUOVO PARROCO DON STEFANO BONAZZI

Mascherine e distanziamento d’obbligo, ma anche e soprattutto intensa emozione e non poca commozione. Sabato 12 settembre la comunità parrocchiale di Urgnano ha salutato l’ingresso del nuovo Parroco don Stefano Bonazzi, nominato lo scorso maggio, dopo la morte causa Covid 19 di don Mariano Carrara. Oltre duecento i fedeli che hanno potuto accedere alla parrocchiale, mentre molti altri hanno seguito arrivo e celebrazione sul sagrato, con l’ausilio di grandi schermi. Ad accogliere don Stefano il Corpo Musicale, gli striscioni dei giovani e della Scuola dell’infanzia Don Bosco e, proprio ai piedi dalla scalinata, e dal gruppo Sbandieratori e Musuci dell’Urna. Il sindaco Efrem Epizoi ha porto il benvenuto, assicurando ascolto, sostegno e collaborazione. È seguita la solenne concelebrazione, guidata dal delegato vescovile don Roberto Gusmini, parroco di Spirano e moderatore della locale Fraternità Presbiterale. Don Stefano Bonazzi, 56 anni, è nato in Valle Seriana nel 1963 quando la famiglia risiedeva a Leffe (oggi a Gandino). È stato ordinato nel 1987 dal cardinal Carlo Maria Martini, arcivescovo di Milano, stante la malattia dell’allora vescovo di Bergamo Giulio Oggioni. È stato curato a Grumello del Monte (1987-94) e Stezzano (1994-97). Nominato prevosto di Rota Imagna nel 1997 (dove è rimasto sino al 2010) e di Brumano dal 2008, ha guidato negli ultimi dieci anni la parrocchia di San Giustino a Roma, sul viale Alessandrino. Anche nella capitale, attraverso You Tube, è stato possibile seguire la celebrazione ad Urgnano. Domenica 13 settembre i festeggiamenti si completeranno con la celebrazione al Santuario della Basella.

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli