Indagine nazionale di sieroprevalenza, interessata anche la Valle Camonica

L’indagine nazionale di sieroprevalenza Covid-19, promossa dal Ministero della Salute e dall’ISTAT, realizzata in collaborazione con Regione Lombardia, è in corso in questi giorni per valutare la frequenza nella popolazione generale della risposta anticorpale in seguito all’infezione da virus SARS-Cov-2.

I Comuni in cui verrà effettuata l’indagine, estratti dall’ISTAT, nel territorio dell’ATS Montagna sono: Bormio, Castione, Cercino, Chiavenna, Cosio Valtellino, Dazio, Dubino, Mello, Montagna in Valtellina, Morbegno, Poggiridenti, Sondrio, Tolamona, Tirano, Traona, Tresivio, Valfurva, Verceia, Villa di Tirano.

I Comuni interessati dall’indagine in Valle Camonica sono: Artogne, Berzo Inferiore, Bienno, Breno, Darfo Boario Terme, Gianico, Niardo, Ono San Pietro, Pian Camuno, Piancogno, Pisogne, Temù, Vezza d’Oglio.

In questi giorni gli operatori della Croce Rossa stanno contattando i cittadini estratti per invitarli a eseguire il test sierologico. Gli operatori della Croce Rossa fisseranno un appuntamento presso uno dei punti prelievo delle ASST del territorio. In caso di impossibilità a recarsi presso la sede indicata, il prelievo verrà effettuato al domicilio. La partecipazione dei cittadini è volontaria.

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli

I dati del virus nella bergamasca

Stando all’ultimo monitoraggio diffuso dall’Ats, dal 19 al 25 gennaio in Bergamasca si sono contati 19.191 nuovi casi, contro i 20.969 della settimana precedente, ossia

Il giorno della memoria

Oggi 27 gennaio è il Giorno della Memoria, istituito per ricordare lo sterminio e la persecuzione del popolo ebraico e dei deportati militari e politici