volontariato sanitario

Il volontariato in ambito sanitario

Proprio in questi giorni sono iniziati i corsi di primo soccorso organizzati dall’Associazione S.Maria Assunta di Pisogne e dal gruppo volontari di Sale Marasino. La prima serata si è tenuta lunedì 16 settembre a Pisogne e mercoledì 18 settembre a Sale Marasino. E’ stata però una serata informativa di presentazione del corso, quindi c’è ancora tempo per nuove iscrizioni.
Il corso è composto da 2 moduli: uno di 42 ore per il trasporto sanitario ed un secondo di 78 ore per diventare volontari soccorritori
Durante questi corsi si imparano delle manovre e delle metodiche che possono permettere,in casi estremi di salvare una vita ed è importante che queste metodiche vengano insegnate a più persone possibili, perché ciò significa una maggiore tempestività di intervento,in quanto gli equipaggi del 118 non possono essere presenti ovunque e immediatamente. La manovra di Heimlic che verrà insegnata dagli istruttori del corso, per esempio, è una semplice manovra che ha salvato molte vite e altre ne potrà salvare. Si tratta di una metodica che permette la rapida disostruzione delle vie aeree nel caso si verifichi l’accidentale passaggio di oggetti o alimenti nella trachea, evento più frequente nei bambini e negli anziani con problemi di masticazione e di deglutizione. Si acquisiranno poi nozioni che potranno essere utili nella vita di tutti i giorni. Alla fine di ogni modulo si terrà un esame, quello per il primo modulo di 42 ore viene espletato da istruttori interni, quello del secondo modulo viene invece tenuto da istruttori dell’AREU (Agenzia Regionale Emergenza e Urgenza).
Superato il secondo esame il soccorritore diviene certificato e può scegliere di entrare a far parte di una associazione come la Santa Maria Assunta e il gruppo Volontari di Sale Marasino, che si occupano di primo soccorso sul nostro territorio.
L’auspicio è che tante persone e soprattutto giovani compiano questa scelta perchè c’è un estremo bisogno di nuovi volontari, senza i quali la macchina organizzativa del primo soccorso si arresterebbe.
Il Nuovo volontario non deve avere paura della responsabilità in quanto non sarà mai lasciato solo durante il suo impegno ma sarà sempre affiancato dagli altri componenti dell’equipaggio più esperti e sarà inoltre in continuo contatto telefonico con gli operatori del 118.
Inoltre le organizzazioni di volontariato hanno l’obbligo di assicurare i propri aderenti contro gli infortuni e la malattia connessi allo svolgimento delle attività stesse, nonché per la responsabilità civile verso terzi.

Volontario è colui che senza fini di lucro anche indiretto ed esclusivamente per fini di solidarietà presta attività in una organizzazione in modo personale, spontaneo e gratuito.
In conclusione possiamo asserire che fare volontariato è importante, farlo nelle associazioni che si occupano di primo soccorso è ancora più importante perchè si tratta di Volontari con la V maiuscola che divengono gli angeli custodi della salute di tutti noi , volontari che sono attivi 24 ore al giorno per 365 giorni all’anno.

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli