IL LEGNO dalla Natura alle Cose incontra ISchool

Il connubio tra design e cucina mette le radici nel cuore della città

Un pranzo leggero raffinato e completamente “green”. Inizia con quest’idea una nuova collaborazione tra “IL LEGNO dalla Natura alle Cose”, manifestazione ideata dalla Fondazione Museo del Falegname Tino Sana che riunisce le principali aziende del territorio con il fine di diffondere la cultura del legno, e “TASTE”, il primo ristorante e catering didattico in Italia guidato dall’Istituto ISchool di Bergamo. Un’esperienza che collega cibo e design per una pausa tutta “green” dalla cucina all’arredo. Sarà possibie gustarsi il pranzo con la formula “business lunch” tutti i giorni dal martedì al venerdì, mentre per godersi una cena nel weekend, venerdì e sabato sera sarà in programma una cena degustazione curata dagli studenti dell’Istituto Alberghiero iSchool approfittando dell’apertura del ristorante “TASTE” prevista fino al 3 agosto. Per l’edizione 2019 “IL LEGNO dalla Natura alle Cose”, arriva in città con un progetto che prende ispirazione dal legno, la materia prima che per sostenibilità e versatilità diventa protagonista dell’arredo di “TASTE” ricreando uno spazio all’aperto in cui gustare le creazioni gastronomiche dei giovani chef dell’Istituto professionale per l’enogastronomia e l’ospitalità per i servizi alberghieri di iSchool. Un progetto che in Piazzetta Zanchi troverà il punto di incontro per fare formazione e cultura del legno e del buon cibo. Un pit stop all’aria aperta prima di scoprire la città e l’installazione “Dalle Radici alle Ali” de IL LEGNO dalla Natura alle Cose che colorerà Bergamo fino al 31 ottobre in quattro diversi punti tra Via XX Settembre e Via T. Tasso con otto casette in legno colorato che riportano al proprio interno messaggi differenti legati al mondo dell’architettura e della sostenibilità.
Le casette, realizzate in multistrato di pioppo colorato naturale, accolgono un uovo in faggio, simbolo iconico della manifestazione che rappresenta la perfezione in natura, il legno come materia prima viva, rappresentativo di una vita nuova che sta per nascere, che si rigenera. Il legno incontra così la “casa”, che rappresenta la metafora dell’architettura e della città, in un legame che sottolinea e diffonde il messaggio di sostenibilità caro alle aziende che condividono gli ideali de IL LEGNO dalla Natura alle Cose.

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli

MULINI MACINA CULTURA

Ci accompagnerà fino alla fine di ottobre Mulini Macina Cultura, la rassegna di eventi che ha preso vita in Valle Camonica lo scorso 4 settembre,

Le tante sorprese di un ghiacciaio

L’Università degli Studi di Brescia e in collaborazione con «Umanesimo artificiale» e «Idee di volumi” ha dato vita a un’iniziativa denominata “un suono in estinzione”