Grave infortunio sul lavoro a Grevo di Cedegolo

Grave infortunio sul lavoro nel pomeriggio di lunedì 1 agosto in località S. Floriano nella frazione montana di Grevo di Cedegolo: coinvolti due operai di 20 e 34 anni.

Due operai, un 20enne di Cedegolo ed un 34enne di Valle di Saviore, in un cantiere edile privato, mentre stavano operando il più giovane a bordo di un bobcat che stava sbancando una ripida scarpata e l’altro lì accanto, sono rimasti coinvolti dal ribaltamento della macchina operatrice. Le loro grida hanno richiamato i compagni di lavoro che hanno prestato i primi soccorsi, mentre è scattato l’allarme al 112 che sul posto ha inviato l’automedica da Esine e l’ambulanza di Camunia Soccorso da Forno d’Allione, con due squadre di Vigili del Fuoco da Edolo e l’elicottero del 118 da Brescia. Dopo una lunga e delicata operazione di recupero, dove è intervenuto anche il tecnico di Soccorso Alpino che opera sull’elicottero, il 20enne è stato stabilizzato sulla tavola spinale e quindi trasferito sull’ambulanza da terra che a sua volta lo ha portato al campo sportivo di Grevo dove attendeva l’elicottero. Il giovane che non ha mai perso coscienza, è stato quindi trasferito in codice rosso in volo al Civile di Brescia dove si trova ricoverato per le gravi ferite riportate. Non sarebbe in pericolo di vita. Nel frattempo l’ambulanza e l’automedica hanno fatto ritorno al cantiere per verificare le condizioni dell’altro ferito che lamentava una forte contusione. E’ stato quindi soccorso e trasferito in codice verde all’Ospedale di Esine per le cure del caso. Sul posto hanno effettuato i rilievi del caso i carabinieri della stazione di Cedegolo coordinati dal Maresciallo Redoglia, mentre i tecnici dell’ATS della Montagna hanno svolto le indagini di competenza.

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli

A Rota Imagna 100 bambini ucraini

Dal 20 marzo, Rota d’Imagna, paesino di 900 anime delle valli bergamasche, ospita 100 bambini ucraini. Sono tutti orfani che, forunatamente, sono riusciti a lasciare