Gori: “Positivo lo 0,02% della popolazione di Bergamo”

“Sappiamo che l’Istituto Superiore della Sanità sta valutando la zona rossa anche per proteggere il capoluogo, dato il numero crescente di contagi che si sono verificati nell’area della media Val Seriana in questi ultimi giorni. In città parliamo di 33 casi a martedì sera, l’equivalente dello 0,02% della popolazione”. Ha parlato così Giorgio Gori, sindaco di Bergamo, rivolgendosi all’Ansa.

Stando agli ultimi aggiornamenti, nel territorio della Bergamasca i casi di coronavirus accertati sono 423. La volontà di rallentare e contenere la diffusione del virus potrebbe spingere il Governo a ricalcare misure simili a quelle prese nell’area della Bassa Lodigiana. A tale riguardo si è espresso anche Camillo Bertocchi, il sindaco di Alzano. “La zona rossa di fatto da noi è già operativa, ma far diventare l’area off limits con il divieto di entrare ed uscire creerebbe un danno incalcolabile per il nostro territorio“.

Al COVID-19, purtroppo, è risultata positiva anche la direttrice dell’ospedale Papa Giovanni di Bergamo, Maria Beatrice Stasi.

 

 

 

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli