Cerca
Close this search box.

Giro d’Italia, due giorni in Valcamonica

La 105esima edizione del Giro d’Italia in bicicletta ha tolto il velo su alcune delle frazioni più attese, e tra queste ci sono la Salò-Aprica (200 km per 5.440 metri di dislivello positivo), ma anche la Ponte di Legno-Lavarone (165 km per 3.740 metri di dislivello positivo).

La Salò-Aprica (200 km), sarà tappa durissima con una sequenza di salite alcune delle quali riscoperte dopo molti anni. Partenza da Salò per portarsi dentro la Valsabbia e dopo Bagolino scalare il Goletto di Cadino.  Quindi, dal Passo di Crocedomini si scenderà verso Breno per risalire la Valcamonica e dare l’attacco al Mortirolo da Monno per scendere a Grosio scalare Teglio  e quindi giungere a Aprica attraverso il Valico di Santa Cristina.

Sarà poi Ponte di Legno a regalare le emozioni di una sede di partenza di tappa: divisa in due parti, la tappa vedrà il plotone puntare subito verso  il Passo del Tonale: da lì seguiranno oltre 70 km sempre sostanzialmente in discesa prima di entrare nell’area che è ritenuta la più impegnativa dell’intero Giro e dove un gruppetto molto ridotto combatterà per la vittoria.

Condividi:

Ultimi Articoli

Luigi Ravasio. Le regole dell’astrazione

Sarà aperta domenica 21 aprile presso la Galleria dell’Accademia Tadini di Lovere (Bg) la mostra “Luigi Ravasio. Le Regole dell’astrazione”. La mostra nasce dalla donazione