Giro di Lombardia, nell’edizione 110 si cambia volto

Da Como a Begamo, 240 chilometri di salite indedite: Sant’Antonio Abbandonato che sarà seguita da quella di Miragolo S. Salvatore a Zogno.

Il Lombardia cambia volto per l’edizione numero 110. Partenza a Como, arrivo a Bergamo dopo 240 chilometri con due salite inedite inserite in un finale che farà selezione: l’ascesa di Sant’Antonio Abbandonato sarà seguita dal Miragolo San Salvatore (Zogno), nuovi antipasti per il Selvino, ultima asperità dove cercare il guizzo vincente.

Un percorso molto duro: il dislivello è passato dai 3500 metri del 2015 ai 4400 metri dell’edizione che si terrà sabato 1 ottobre.

Sui partecipanti alla “Classica delle Foglie Morte” è ancora mistero: la Vuelta è ancora in corso e molti dei big, considerata la durezza della corsa, potrebbero decidere di chiudere la stagione proprio al Lombardia per mettere la ciliegina sulla torta oppure riscattarsi. Lo stesso Vincenzo Nibali, reduce dalla frattura alla clavicola rimediata alle Olimpiadi di Rio, potrebbe stringere i denti per bissare il successo dell’ultima edizione.

 


Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli

Cinema e Cibo: al cinema insieme…

La nuova edizione di “Cinema e Cibo-Cinema insieme…”  promossa dall’Amministrazione Comunale in collaborazione con Pro Loco di Darfo Boario Terme e il Consorzio Turistico Thermae&Ski

Carne, zucca e castagne

A Cascina Clarabella di Corte Franca si apre un ciclo di serate gastronomiche a tema dedicate all’autunno. Le serate si svolgono al ristorante della cooperativa

i Geppetti abbelliscono Colere

Dopo la mostra estiva delle sculture e oggettistica in legno, il gruppo de I Geppetti di Colere (Associazione di Promozione Sociale),  ha avviato il nuovo