incendio Loa.jpg

Furioso incendio distrugge il rifugio Loa in Valsaviore

Un incendio ha distrutto nella tarda serata di questo lunedì 6 gennaio il rifugio Loa, in comune di Berzo Demo, in Valsaviore: 7 squadre di Vigili del fuoco sono state impegnate a lungo per spegnere l’incendio, smassare il materiale bruciato e mettere in sicurezza la zona.

Le fiamme hanno divorato le finiture in larice e consumato tutti gli arredi del rifugio di proprietà comunale, lasciando dell’edificio solo travi bruciate. Le operazioni di spegnimento si sono protratte a lungo anche per evitare che le fiamme si estendessero al bosco limitrofo al rifugio con grande impegno da parte delle squadre dei Vigili del fuoco inviate da Darfo-Boario, Edolo, Breno, Vezza d’Oglio e anche da Brescia: uno schieramento di forze e mezzi notevole per arginare il fronte delle fiamme alimentate anche da una leggera brezza che avrebbe potuto favorire l’allargamento del fronte dell’incendio. Il rifugio, chiuso in questo periodo, è stato distrutto con notevole rapidità dalle fiamme che hanno avuto facile esca sulle strutture in legno, sulle suppellettili e sugli arredi e sul materiale conservato all’interno della struttura. Il rogo sembra essere partito dai locali interni, bruciando tutta la struttura fino al tetto. Ancora non sono state accertate le cause e dovranno essere i tecnici dei Vigili del fuoco a risalire all’origine del rogo, anche se una prima ipotesi parla di cortocircuito dell’impianto elettrico. I danni sono ingenti e superano i 500mila euro. Il Rifugio era stato completamente rifatto una decina di anni fa con fondi regionali.

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli

Arte medievale nelle Alpi

La Società Storica e Antropologica di Valle Camonica organizza il X convegno I.S.T.A. (Incontri per lo Studio dei Territori Alpini) dal titolo “Arte medievale nelle

Uccisa a colpi di martello

Ancora violenza ai danni di una donna bresciana uccisa a martellate. Enzo Galesi 59enne tempo fa aveva avuto una relazione con Elena Casanova di 41