Frana Tavernola, continua il monitoraggio

Amministratori locali e consulenti regionali hanno fatto il punto, venerdì 21 gennaio, sulla situazione della frana del monte Saresano, nel Comune di Tavernola Bergamasca.
Lo studio presentato ha consentito di analizzare la zona di rischio e definire i primi interventi da adottare in questa fase attraverso l’ausilio di tiranti. Gli uffici dell’assessorato all’Ambiente stanno valutando di sospendere in via precauzionale l’uso dell’esplosivo per le attività di cava. Si dovrà quindi valutare la prosecuzione delle attività minerarie con altri metodi da sottoporre a verifiche e monitoraggio.
È atteso, innanzitutto, l’avvio della progettazione degli interventi di stabilizzazione, per i quali sono stati reperiti i primi finanziamenti necessari stanziati da Regione Lombardia, lo scorso 3 novembre, pari a 1,5 milioni di euro. I tempi di realizzazione prevedono di arrivare alla progettazione esecutiva entro il 30 novembre 2022, stimando di attuare in 12-18 mesi le opere di stabilizzazione.
Tra le risorse regionali stanziate vi sono anche 100.000 euro destinati alle attività di monitoraggio e l’acquisto di strumentazioni; 50.000 euro destinati alle Comunità montane dei Laghi bergamaschi e del Bresciano per l’aggiornamento dei piani d’emergenza, oltre a 250.000 euro per il potenziamento delle difese dalla caduta massi, 100.000 euro per la sistemazione della strada di collegamento per Parzanica e 15.000 euro per lo studio sugli effetti dell’eventuale onda di piena.

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli

A Rota Imagna 100 bambini ucraini

Dal 20 marzo, Rota d’Imagna, paesino di 900 anime delle valli bergamasche, ospita 100 bambini ucraini. Sono tutti orfani che, forunatamente, sono riusciti a lasciare