Festival dei Giovani: Canottieri Sebini Allievi e Cadetti al via con 19 atleti

Si è conclusa la 32^ edizione del Festival dei Giovani “Gian Antonio Romanini” – Presidente della Federazione Italiana Canottaggio dal 1985 al 2004 – la più grande manifestazione sportiva a livello nazionale rivolta agli atleti dai 10 ai 14 anni che ha animato la Schiranna di Varese fino a domenica.

La Canottieri Sebino si è presentata al via con 32 equipaggi, 19 atleti, di cui tre al loro esordio e si è classificata al 32° posto su 129 società presenti.

Un’edizione di particolare importanza in un periodo particolarmente delicato, che vede l’Italia lottare disperatamente per riconquistare spiragli di positività verso il futuro, con i nostri atleti più giovani che rappresentano il nostro ponte verso il domani. Proprio a loro la Federazione Italiana Canottaggio ha offerto la splendida occasione di tornare a vivere un’esperienza entusiasmante come quella del Festival. Il tutto ovviamente nella massima sicurezza per partecipanti e accompagnatori, visti i numeri di quest’edizione: una delle più importanti edizioni del Festival dei Giovani degli ultimi anni.

Uno splendido mosaico composto da oltre 1900 atleti in rappresentanza di 129 società da tutto lo Stivale. È la straordinaria magia del Festival dei Giovani “Gian Antonio Romanini”, che è tornato prepotentemente sulla scena a Varese, dopo la pausa forzata del 2020 causa pandemia.

Tre giorni intensi con 3000 gare: gli Allievi A in gara su 250 metri e n. 6 corsie, gli Allievi B1 e B2 su 500 metri e 8 corsie, gli Allievi C e Cadetti su 1.000 metri e 8 corsie, mentre le Rappresentative Regionali su 1.500 metri e 8 corsie.

Cerimonia d’apertura delle grandi occasioni per dare solennità alla manifestazione e creare la giusta atmosfera con l’accensione del braciere, l’inno nazionale e un giovane atleta che ha letto il saluto e la promessa. Testimonial d’eccellenza: Romano Battisti medaglia d’argento alle Olimpiadi di Londra 2012 e protagonista nella recente cavalcata di Luna Rossa all’American’s Cup.

La società più numerosa la Capitolina Aniene (78 atleti e 148 barche). La Canottieri Varese padrona di casa ha schierato 62 atleti per un totale di 95 barche iscritte.

Tutti gli occhi del canottaggio italiano sono stati puntati nel fine settimana sul Festival dei Giovani nel più importante appuntamento nazionale della categoria, la più frequentata gara di canottaggio under 14 in Europa con gare trasmesse in diretta streaming sui canali youtube, twitter e facebook della Federazione. https://youtu.be/OSZ1rYp9xRA

In gara anche 11 Comitati Regionali con 206 Atleti scelti tra i migliori a rappresentare le regioni di appartenenza.

A rappresentare la squadra bianco verde della Lombardia, costruita durante la stagione e rodata agli appuntamenti agonistici nazionali, 7 barche e 28 atleti tra cui l’atleta della Canottieri Sebino Elisa Marzella sul Quattro di Coppia Cadetti Femminile sulla distanza di 1500 mt.

Sul campo di regata si respirava aria di festa e di gioco ma anche tanto agonismo e impegno.

Dalle parole direttamente ascoltate sul campo di gara da questi giovanissimi atleti emerge lo spirito del Festival: amicizia, gioco, mettersi alla prova nel confronto agonistico, disputare delle buone gare, vivere un’esperienza collettiva in un contesto di gruppo e divertimento. E poi, imparare il concetto di condivisione con i compagni, dal divertimento alle piccole responsabilità prima e dopo la gara, come ad esempio sistemare la barca e fare tutti i lavori di preparazione. così queste giornate si trasformano in una piccola palestra di vita.

E veniamo agli atleti di casa della Canottieri Sebino  che hanno partecipato a questa competizione Nazionale.

19 atleti di cui 3 all’esordio: Antonio Iannone Allievo A, Elisa Balzarini Allieva C e Fabio Nobili Allievo C. 38 gare disputate. 1 Oro conquistato nel Quattro di coppia Cadetti Femminile da Coronini Giulia, Manenti Anna, Marzella Elisa e Quattrone Margherita in una gara veramente combattuta tra Canottieri Peloro, Monate, Cerea e Sebino lunga 1000 mt.

5 Argenti di cui due conquistati da Brembilla Davide nel Singolo cadetti Maschile e uno a testa da Manenti Anna, da Marzella Elisa entrambe nel 7,20 femminile e da Facchinetti Andrea nel 7,20 Allievi Maschile.

6 Bronzi di cui due conquistati da Manenti Anna nel singolo 7,20, e uno a testa da Maffezzoni Dario, Bertoni Vittoria, Figaroli Nicola e Iannone Antonio al suo esordio agonistico sempre nel singolo 7,20.

Successo personale di Manenti Anna che si porta a casa ben quattro medaglie un Oro nel Quattro di coppia, un Argento e due Bronzi nel singolo 7,20.

Concludiamo con il commento dell’allenatore dei Giovanissimi della Sebino Lorenzo Manella: “Abbiamo concluso il Festival dei Giovani al 32° posto su 129 società iscritte, un bel risultato. Lavoreremo certamente per migliorarci sempre nei prossimi mesi, ma crediamo molto in questo bel gruppo di ragazze e ragazzi, entusiasti e in crescita. Sono soddisfatto delle regate disputate, i ragazzi si sono allenati al massimo per preparare questa trasferta e gli sforzi sono stati ripagati. I pilastri della squadra si sono confermati con ottime prestazioni e anche gli innesti recenti stanno crescendo bene e sono andati anche loro a medaglia. Unico rammarico il maltempo che nel pomeriggio di domenica ha portato alla chiusura anticipata delle regate e non ha permesso agli Allievi A e B1, nonché a Elisa Marzella impegnata sul 4 di coppia regionale di concludere con le ultime regate programmate.”

Si è conclusa quindi una tre giorni intensa e ricca di soddisfazioni per le nostre ragazze e ragazzi. Il Presidente Angelo Zanotti sottolinea un altro punto importante: “Un grazie alla ottima conduzione e preparazione della trasferta all’allenatore Lorenzo Manella e agli atleti più grandi Gabriele Manenti, Alberto Carizzoni e Gabriele Bonomelli supportati dal Consigliere Roberto Manenti che hanno voluto essere presenti e dare una mano sul campo di regata. Un ottimo esempio, segno di un gruppo e di una squadra coesa che lascia ben sperare”.

E al termine del Festival durante le premiazioni, è giunto sul campo di regata anche il saluto della Squadra Olimpica. Una bella sorpresa per i giovani campioncini in gara al Festival dei Giovani. Nel corso delle premiazioni finali, direttamente da Sabaudia sono intervenuti in videocollegamento telefonico gli azzurri del Gruppo Olimpico, impegnati negli ultimi giorni di raduno prima della partenza per Tokyo, dove il prossimo 23 luglio prenderanno via le regate a cinque cerchi, con l’Italremo in gara con nove imbarcazioni.

Tanta commozione per i campioni di domani, felici ai limiti dell’imbarazzo nello scambiare quattro chiacchiere con i loro idoli, che a loro volta non si sono trattenuti nel fare complimenti e dispensare consigli ai giovanissimi in gara a Varese, confidando che raggi di sole arrivino anche a Tokyo, dove i big azzurri saranno in gara tra pochi giorni.

A conclusione la tradizionale lettura della classifica dei club e la relativa consegna dei premi, prima fra tutti la Coppa Filippo Mondelli, a ricordo del giovane atleta della squadra nazionale assoluta recentemente scomparso, vinta dai Pugliesi della Canottieri Barion, ovvero il team presente con il minor numero di atleti (14) che è salito sul podio per più volte (31). A consegnare la coppa la sorella di Filippo, Elisa Mondelli. Seconda la Canottieri Lario (12 atleti e 19 podi) e terza la Canottieri Milano (21 atleti e 31 podi).

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli

Continua la lotta al pesce siluro

Nella Riserva Naturale delle Torbiere del Sebino tornano gli interventi mirati al contenimento del pesce siluro. Regione Lombardia ha finanziato il nuovo progetto messo in