Anna Cotti Comettini: l’artista che ci parla in  3D

Acqua, fuoco e natura sono i tre temi che l’artista camuna Anna Cotti Comettini ha sviluppato nel proprio progetto fotografico Kalopsìa. Il titolo è evocativo, Anna ci spiega che «si tratta dell’illusione di una bellezza maggiore rispetto a quella effettiva» .

Le fotografie di Anna sono state realizzate con la tecnica dell’anaglifo, che porta al risultato di immagini stereoscopiche che, se osservate con appositi occhiali dotati di due filtri di colore complementare, forniscono un’illusione di tridimensionalità. Praticamente, lo stesso effetto dei vecchi cartoni in 3d, che si guardavano con quegli occhiali forniti all’ingresso del cinema che ci davano l’illusione di avere un pesce ad un palmo dal naso, quando guardavamo Alla ricerca di Nemo.

Anna ha esposto le proprie opere a Lumezzane alla mostra New Art Exhibition, un progetto di laurea di altri ragazzi, con il patrocinio del Comune di Brescia e Lumezzane. L’esposizione si è conclusa di recente e l’artista si dice soddisfatta dei risultati raggiunti.

Le sue fotografie forniscono i due lati della stessa medaglia: da una parte – quella rossa – la natura rinsecchita, conseguenza dell’azione umana, e dall’altra – la blu – la natura rigogliosa, oggi purtroppo sempre più rara.

Quelle di Anna Cotti Comettini sono immagini evocative, dense di significati e piacevoli alla vista. La fotografia assume il ruolo di linguaggio universale che arriva dritto al cuore di chi ammira le sue opere.

                                       Maria Ducoli

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli