Federcaccia Brescia: “Basta attacchi al mondo venatorio”

Nella rubrica “Cacciapensieri” della Federcaccia di Brescia è stato pubblicato un articolo in cui si lamenta aspramente la crociata del Ministro dell’Ambiente contro il mondo venatorio, il quale ha sì chiesto alla Regione di sospendere il prelievo del Moriglione e della Pavoncella, ma senza fornire supporti concreti a questo invito. L’argomentazione continua sottolineando l’importanza della parola “natura”, sostituita in maniera ormai permanente dall’espressione più neutra “ambiente”, facendo scomparire di conseguenza la “natura che evoca madre natura”, il diritto naturale, l’ordine naturale, la vita secondo natura. “Come se la natura con le sue regole potesse essere plastificata: in questo modo non si otterrà la sua difesa, ma la si danneggerà ulteriormente”.

“Continuare ad inseguire il sogno dell’abolizione della caccia – si legge nel comunicato – porterebbe sicuramente a problemi ben maggiori di quelli che abbiamo oggi. Federcaccia Brescia crede in una caccia regolamentata, che conviva con i tempi e le evoluzioni della Natura, che abbia rispetto e amore per la Natura, ma sempre con al centro l’uomo e le sue azioni frutto di studi scientifici e ragionamenti approfonditi”.

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli