CAamera iperbarica.jpg

Famiglie intossicate da impianto difettoso

7 persone nella mattinata di domenica 27 gennaio sono rimaste intossicate in una palazzina di via San Zeno a Treviglio dove vivono sei famiglie: la causa dovrebbe essere il gusto all’impianto di riscaldamento condominiale.

Ad accusare i primi sintomi una famiglia composta da genitori e due figli, un ragazzo di 17 anni e una bimba di 10: dopo essersi recati all’ospedale di Treviglio, i quattro sono stati trasferiti al Policlinico San Marco di Zingonia per essere sottoposti a un trattamento di ossigenoterapia effettuato nella camera iperbarica di Habilita Istituto di Neuroriabilitazione ad Alta Complessità di Zingonia. Una volta concluso il trattamento la famiglia è stata nuovamente riportata in ambulanza in ospedale. Anche un’altra famiglia è rimasta intossicata, con genitori e figlia di nemmeno due anni che sono stati curati al Niguarda di Milano. Fondamentale la prontezza dei medici che, una volta individuata la causa dell’intossicazione, hanno immediatamente allertato i vigili del fuoco di Treviglio che, dopo un breve sopralluogo, hanno disposto l’evacuazione del complesso residenziale.

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli

A Rota Imagna 100 bambini ucraini

Dal 20 marzo, Rota d’Imagna, paesino di 900 anime delle valli bergamasche, ospita 100 bambini ucraini. Sono tutti orfani che, forunatamente, sono riusciti a lasciare