Ex sedime Villa d’Almè – Sedrina, per la ciclovia sostegno da Aribi e Legambiente

Il bando regionale a favore del cicloturismo scadrà il 27 gennaio. I due enti sono a favore del ripristino dell’ex sedime a pista ciclopedonale: “Opera strategica per il turismo e lo sviluppo della mobilità dolce”.

Come anticipato su interValli (ndr pag.3 numero di dicembre), Regione Lombardia Lombardia, tramite l’erogazione di contributi a fondo perduto, ha deciso di finanziare una serie di iniziative per la valorizzazione del cicloturismo in Lombardia. La presentazione delle domande si è aperta il 14 dicembre 2016 e prosegue fino al 27 gennaio 2017. Il bando si sviluppa in 3 linee: Linea A: Bando per la promozione innovativa del prodotto cicloturismo in Lombardia (gli interventi finanziati devono promuovere il settore del cicloturismo lombardo attraverso canali innovativi commerciali e di comunicazione e piattaforme tecnologiche dedicate a sviluppare nuovi prodotti turistici e migliorare quelli già esistenti). La dotazione finanziariaè pari a Euro 1.722.500,00; Linea B1: Infrastrutturazione Macro-Assi. (La linea d’intervento intende migliorare i livelli qualitativi delle infrastrutture e dei servizi connessi al cicloturismo in un’ottica di turismo sostenibile). La dotazione finanziaria è pari a Euro 4.156.500,00; Linea B2: Infrastrutturazione Percorsi Ciclabili Minori. (La linea d’intervento  intende migliorare i livelli qualitativi delle infrastrutture e dei servizi connessi al cicloturismo in un’ottica di turismo sostenibile. La misura finanzia progetti di infrastrutturazione di percorsi ciclabili minori a valenza turistica). La dotazione finanziaria è pari a Euro 3.000.000,00. Le specifiche sul contenuto del bando sono disponibili a questo link.

Recentemente, da Comuni ed associazioni della Valle Brembana, è stata avanzata l’opportunità –tramite la partecipazione e al reperimento di risorse grazie al bando di cui sopra-, di poter ripristinare ad uso ciclopedonale l’ex sedime ferroviario nei tratti compresi tra Villa d’Almè e Sedrina, fino al raccordo con Zogno. A tal proposito Aribi e Legambiente hanno rilasciato una nota; riflessioni in merito al completamento della ciclovia Brembana. “Come Aribi e Legambiente ci permettiamo di ricordare che abbiamo sostenuto la necessità di quest’opera in tutte le occasioni in cui ci è stato possibile andando ad organizzare due biciclettate in occasione della   Giornata delle Ferrovie dimenticate e appoggiando le richieste e gli sforzi dei volontari che periodicamente e a titolo gratuito si occupano, ormai da diversi anni, di tenere in ordine quello che resta del sedime ferroviario”, si legge nella nota congiunta.

In merito al completamento della ciclovia della Val Brembana, anche nel tratto Almè – Zogno, oggetto della disamina attualmente in corso, la presidente di A.Ri.Bi, Claudia Ratti ricorda che “la realizzazione di detta ciclovia – ovviamente nella sua integrità Bergamo/Piazza Brembana,- nonchè dell’omologa ciclovia della Val Seriana Bergamo – Clusone è tra gli obiettivi primari di A.ri.Bi. fin dalla costituzione in associazione 35 anni orsono e che quindi non può che ribadire l’auspicio che sia finalmente attuato”.

Il presidente di Legambiente Bergamo, Nicola Cremaschi sottolinea “l’importanza strategica dell’opera nel quadro turistico e nella prospettiva di sviluppo della mobilità dolce dell’intera Val Brembana e l’esigenza di poterla utilizzare in condizioni di sicurezza”.

 


 

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli