Ex-imprenditore ora corriere della droga

Gli agenti della Squadra Mobile di Milano hanno arrestato a Bresso Giorgio Giovanni Facchinetti, 64 anni di Bergamo, incensurato: nascondeva all’interno della sua auto oltre 11 chili di cocaina.

La droga, sistemata in una Seat che si trovava in un box, era destinata al mercato del capoluogo lombardo ed era stata importata dall’uomo dall’Olanda. Facchinetti, che fino al 2008 era stato il titolare di una ditta di calcestruzzo a Bergamo, aveva una quantità di droga il cui valore è stato quantificato dagli investigatori in oltre 400 mila euro all’ingrosso. La cocaina era nascosta in un’auto modificata: è stato bloccato dagli agenti che da qualche tempo stavano monitorando i suoi spostamenti. Venerdì 16 settembre lo hanno seguito da Bergamo fino a un box in via Tasso, a Bresso, dove ha lasciato la Seat Leon con cui era partito per prendere un’altra vettura. Il cambio è sembrato strano e così lo hanno bloccato e portato al garage per capire cosa ci fosse all’interno. Dopo tre ore di analisi da parte dei meccanici è stato trovato il nascondiglio nella vettura: per attivare lo sportello dietro al quale si nascondeva la droga, posto sotto il cambio, bisognava premere due viti-pulsanti con la punta di una pinzetta. Dentro c’erano panetti già divisi e segnati con numeri e cifre scritte con un pennarello in modo da poter essere consegnati ai vari destinatari. «Non sappiamo da quanto facesse il corriere, ha aggiunto il capo della Squadra mobile milanese, Lorenzo Bucossi, ma la macchina era modificata in modo molto professionale, non per un unico viaggio».

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli