Esercitazioni del Soccorso alpino per mantenere l’efficienza nei contesti più critici

Formazione, verifica, ripasso: le esercitazioni del Soccorso alpino sono un appuntamento fisso per i nostri tecnici, perché servono a mantenere l’efficienza anche nei contesti più critici. Nei giorni scorsi a Valbondione, vicino al borgo di Maslana, i soccorritori della VI Delegazione Orobica, Stazione di Valbondione, hanno organizzato un momento di ripasso per alcune manovre tecniche. I partecipanti sono stati in totale 13, tutti appartenenti alla Stazione. Sono state messe in pratica varie manovre, particolarmente utili in caso di intervento: tra queste, la calata con barella su terreno ripido, la tecnica della barella portantina, l’allestimento e l’impiego di una “teleferica” e infine il recupero con contrappeso dell’eventuale infortunato, fino al trasporto su strada, dove poi, negli interventi reali, attendono i mezzi di soccorso, come ambulanze ed elicotteri. Le esercitazioni avvengono su più livelli, da quello strettamente locale, con obiettivi specifici, come in questo caso, fino a quelle di ampia portata, che coinvolgono le Delegazioni – gli organismi Cnsas competenti sui territori di una o più province, ma che possono essere anche di portata regionale o interregionale.

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli