È stato un intervento complesso quello del recupero di Domenico Carrara

È stato un intervento complesso quello del recupero di Domenico Carrara, 33 anni, il giovane ritrovato oggi in località Val Degna a Prestine, nel comune di Bienno, poco distante da un sentiero in prossimità dell’agriturismo Prestello. L’ultimo avvistamento lo indicava lungo la strada che va verso il Cerreto; secondo una prima ricostruzione, avrebbe poi intrapreso il percorso che sale verso il Passo del Crocedomini. Una squadra di tecnici esperti, preparati per affrontare terreni molto impervi e di difficile accesso, appartenenti alla V Delegazione Bresciana del Cnsas (Corpo nazionale Soccorso alpino e speleologico), insieme con i Saf – Vigili del fuoco, ha individuato prima alcuni oggetti e poi il corpo immobile del ragazzo, in fondo a un precipizio di una cinquantina di metri. Per raggiungerlo hanno dovuto effettuare una serie di calate con le corde perché la zona è molto impervia, inaccessibile dall’alto. Il ragazzo era steso a terra; il medico arrivato sul posto con l’elicottero di Brescia Areu (Azienda regionale emergenza urgenza), ha constatato la morte. Il magistrato ha disposto il nulla osta per il recupero; il corpo di Domenico è stato portato nella piazzola dell’ospedale di Esine e poi in camera mortuaria.

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli