Domani martedi 11 gennaio primo Consiglio della nuova Provincia di Bergamo

Martedì 11 gennaio alle ore 17.30 nella sala consiliare del Palazzo di via Tasso, a Bergamo, è convocata la prima seduta del nuovo Consiglio provinciale.

Gli argomenti previsti nell’Ordine del giorno sono

  • Convalida degli eletti alla carica di Presidente della Provincia di Bergamo e di Consigliere Provinciale.
  • Giuramento Del Presidente Della Provincia Di Bergamo Di Fronte Al Consiglio Provinciale.
  • Comunicazione delle deleghe attribuite Ai Consiglieri.
  • Linee programmatiche relative alle azioni e ai progetti  da realizzare nel corso del mandato .
  • Approvazione degli indirizzi per lanomina e designazione dei rappresentanti della Provincia Di Bergamo presso enti, aziende e istituzioni.
  • Nomina dei componenti del Collegio dei Revisori dei Conti per il triennio 2022/2024.

Il lettore attento, si domanderà quale ruolo può avere ancora l’Ente Provincia a fronte dell’esito della consultazione referendaria che doveva cancellare le Province in tutta la penisola. Invece sono ancora in vita. Forse si sono accorti dell’errore di voler cancellare un Ente che è strategico per la soluzione di problemi locali, lasciando in vita Comunità e Consorzi inutili. La Regione Lombardia vuole il rilancio delle Province

È stata recentemente approvata dalla Giunta regionale la delibera che prende atto della nuova Intesa tra Regione Lombardia, UPL, Province e Città Metropolitana di Milano.

Sarà questo infatti lo strumento mediante il quale la Regione regolerà il conferimento di proprie funzioni agli Enti territoriali.

L’esecutivo lombardo ha altresì individuato un contingente ottimale di personale. Saranno 376 le unità preposte allo svolgimento delle medesime funzioni. Saranno retribuite con 36 milioni di euro di fondi regionali per il biennio 2022-2023, corrispondente al periodo di validità dell’Intesa.

A questi importi si aggiungono inoltre specifici finanziamenti per le singole materie, acquisiti dalla Regione e di provenienza anche statale ed europea, che portano i fondi complessivamente mobilitati ad oltre 300 milioni di euro.

Obiettivi dell’intesa

Nell’ottica del superamento delle limitazioni di competenze imposte dalla riforma statale introdotta dalla Legge Delrio la Regione attribuirà ulteriori funzioni in materia di Servizi per il Lavoro – Centri per l’Impiego e collocamento mirato dei disabili, Trasporti e Opere pubbliche. Oltre a questo, l’accordo aggiorna e articola il conferimento delle funzioni già attribuite a Province e Città metropolitana di Milano dalle precedenti Intese. Esse riguardavano Protezione civile, Turismo, Cultura, Vigilanza ittico-venatoria, Politiche sociali

Con il rinnovo di questa fondamentale strumento di lavoro e operatività dei livelli decentrati Regione Lombardia conferma e articola la propria opera di rilancio della piena titolarità delle Province e della Città Metropolitana di Milano nell’esercizio delle funzioni amministrative, assicurando una dotazione organica adeguata in ordine ai contingenti e alle professionalità e il riconoscimento delle risorse necessarie all’esercizio delle attività confermate

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli

La Lombardia rimane gialla

Il governatore della Lombardia Attilio Fontana ha confermato che la Regione resta in zona gialla. “Lo confermano i dati del monitoraggio settimanale della cabina di