Documento ATS: “Come contenere i contagi in famiglia”

Un documento pubblicato dall’Ats Bergamo spiega come comportarsi per contenere i contagi in famiglia. «Nelle ultime settimane la famiglia è stato uno dei luoghi in cui il coronavirus è riuscito a insinuarsi e a creare più contagi complice una molteplicità di fattori: la ripresa delle scuole, le attività extrascolastiche, i trasporti».

“La maggior parte dei contagi avviene tra le mura domestiche. Questo succede perché i bambini vanno a scuola, perché si va a fare la spesa, perché si va in ufficio. In tutti questi casi può accadere di essere contagiati, di essere asintomatici ma pur sempre contagiosi. Abbiamo sempre la possibilità di contrarre il virus e “portarlo” a casa – si legge nel comunicato -. Tuteliamo i nostri familiari il più possibile. Come possiamo fare perché la nostra casa sia davvero il luogo più sicuro? Proviamo a fare, anche in casa, quello che ormai ci siamo abituati a fare per entrare nei locali pubblici, per andare a scuola o in ufficio. Le regole di igiene sono molto importanti ora per la situazione emergenziale, ma lo sono sempre, per ogni possibile
agente infettivo di qualsiasi genere”.

«In questi giorni di lockdown, nella speranza di poter riprendere al più presto la vita normale, è importante acquisire una consapevolezza sempre maggiore sui comportamenti quotidiani che presentano profili di rischio – racconta Massimo Giupponi, direttore generale di Ats Bergamo –. Per questo abbiamo realizzato un documento in cui abbiamo riassunto i principali accorgimenti da adottare per lasciare il coronavirus fuori dalla porta di casa. I contenuti sono supervisionati dal Dipartimento di Igiene e Prevenzione Sanitaria di Ats Bergamo».

Tra i contenuti affrontati cosa fare prima di uscire di casa, come comportarsi al rientro per chi proviene da scuola o dal supermercato, cosa fare se entra in casa una persona estranea, come seguire semplici regole di igiene nei diversi ambienti della casa.

Dalla misurazione della febbre al lavaggio delle mani, ma anche a come riporre gli abiti una volta tornati a casa, la gestione degli effetti personali, delle stoviglie. Una lunga lista utile di comportamenti corretti. Il documento verrà diffuso sui media locali, sui canali social e sul sito di Ats Bergamo, nelle scuole, presso i medici di medicina generale e i pediatri di libera scelta e attraverso gli stakeholders del territorio. «Abbiamo raccolto regole che potranno esserci utili anche al termine di questa situazione emergenziale, per avere ambienti più puliti, comportamenti più sicuri e luoghi più idonei» conclude il direttore generale Giupponi.

Documento in PDF: https://lightstorage.ecodibergamo.it/mediaon/cms.quotidiani/storage/site_media/media/documents/2020/11/8/pdf/fc93a1a6-242f-11eb-b246-2c0d7e1528be.pdf?attach_a_&src=img&site_source=RelatedBottomImg-1376665

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli