Darfo: una rotonda per agevolare la viabilità e renderla più sicura

Dopi i lavori di sistemazione della rete servizi sottostante hanno preso il via i lavori di realizzazione della rotatoria di Via Rigamonti. Data di fine cantiere: fine agosto.

Migliorare la viabilità e accrescere la sicurezza della circolazione tra via Quarteroni, via Rigamonti, via Papa Giovanni XXIII e via More (zona Valle Camonica Servizi-incrocio con Montecchio): questi gli obiettivi dei lavori di realizzazione della rotatoria che permetterà di ridisegnare la circolazione tra Montecchio e Darfo.

“Uno degli obiettivi del nostro mandato è quello di migliorare la circolazione e la sicurezza nei collegamenti delle varie aree della Città -commenta il Sindaco di Darfo Boario Terme, Ezio Mondini– Il piano dei lavori ha previsto da tempo la realizzazione di questo snodo, ma, per non sprecare risorse, abbiamo atteso che si completassero i lavori di sistemazione della rete servizi esistente a carico di altri enti (rete gas, fognaria, idrica). Ora che i lavori si sono conclusi, abbiamo potuto dare il via alla fase finale di realizzazione della rotatoria”.

La nuova rotonda della circonferenza di circa 30 metri prevede isole di separazione rialzate comprendenti un’isola centrale non sormontabile con piccole aree di sosta pedonali.

“Questa tipologia di rotatoria (ndr tecnicamente detta “rotatoria compatta”) permette un ingresso decisamente moderato a vantaggio della sicurezza e consente un deflusso molto efficace a favore di una più snella circolazione- specifica l’Assessore ai Lavori Pubblici, Giacomo Franzoni– Inoltre, la pavimentazione dei marciapiedi e il raccordo con nuovi percorsi pedonali assicurerà una maggior tranquillità per pedoni e automobilisti”.

Il cantiere, aperto in questi giorni dovrebbe chiudersi a fine agosto restituendo alla Città una nuova arteria, capace di muovere il traffico dal centro cittadino verso l’area di maggior scorrimento, riducendo anche l’inquinamento prodotto dal permanere in coda dei veicoli.

Le opere che saranno realizzate comportano un investimento di 158.000Euro finanziato in parte dalla Comunità Montana di Valle Camonica  per il 25% e dalla Provincia di Brescia per la stessa quota  con un esborso dalle casse comunali di circa 79.000,00Euro.

“Si tratta di lavori che hanno finalità e benefici su più fronti -conclude l’Assessore Franzoni– Sicurezza, miglioramento della circolazione, riduzione delle emissioni: tutti obiettivi sui cui abbiamo lavorato fin dal primo mandato nel rispetto dei valori di tutela della sicurezza e della salute dei cittadini. Credo si possa serenamente dire che sono soldi dei cittadini davvero spesi bene”.

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli