IMA

Contrada Roncaglia, stalletta da recuperare Appello per i fondi: «Salviamola»

«Salviamo la stalletta della contrada Roncaglia». L’appello del Centro Studi Valle Imagna per il recupero dell’architettura rurale della contrada medievale era stato lanciato lo scorso agosto 2017, ora dopo alcuni mesi di attesa sono finalmente partiti i lavori per il restauro che termineranno – secondo alcune stime – entro questa primavera.

Per il salvataggio ed il restauro, il CSVI, ha prima acquistato l’immobile e poi provveduto a far redigere una progetto per il restauro. Progetto che prevede un investimento di circa 135 mila Euro. La prima fase (in corso) prevede per il consolidamento e la messa in sicurezza della struttura rurale. I lavori sono stati affidati all’impresa Invernizzi di Corna Imagna, specializzata nel recupero dei tetti in piödé. È prevista la conservazione di tutti i principali e caratteristici elementi architettonici, l’introduzione di manufatti interni e d’arredo finalizzati a rendere idonei i locali alla nuova vocazione connessa all’infrastruttura di accoglienza e piccola ricettività dell’Antica Locanda Roncaglia.

Ma all’appello per il completamento mancano ancora 30 mila Euro. «Non mancheremo di esprimere la nostra gratitudine a coloro che vorranno aiutarci – conclude la nota del CSVI – con altrettanta generosità, a completare l’opera, rendendola pienamente funzionale alla nuova destinazione».


 

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli

A Rota Imagna 100 bambini ucraini

Dal 20 marzo, Rota d’Imagna, paesino di 900 anime delle valli bergamasche, ospita 100 bambini ucraini. Sono tutti orfani che, forunatamente, sono riusciti a lasciare