skipper caduto nel Garda.jpg

Continuano le ricerche dello skipper Claudio Valle

Continuano le ricerche da parte di Vigili del fuoco, Guardia costiera e Volontari del Garda di Claudio Valle, l’esperto skipper di 65 anni di Desenzano, caduto in acqua nel lago di Garda questa domenica 21 luglio dalla barca a vela con a bordo due non-vedenti.

L’imbarcazione dalla quale è caduto è stata riportata alla Fraglia Vela di Desenzano dalla Guardia Costiera: da una prima analisi presenta la rottura della draglia di sinistra, il cavetto in acciaio in tensione tra i pulpiti delle imbarcazioni, il cui scopo è proprio evitare le cadute accidentali fuori bordo delle persone trasportate. Ad avvalorare questa ipotesi ci sono poi le testimonianze dei due non vedenti che erano a bordo dell’imbarcazione: ai Carabinieri hanno raccontato di averlo sentito urlare per ben due volte, prima più vicino e poi sempre più lontano per poi non sentirlo più. Stando al racconto dei due superstiti, subito dopo la caduta, la barca avrebbe compiuto due giri a 360 gradi, prima di placarsi. Non si esclude che queste piroette possano aver ferito Valle, nel frattempo finito in acqua. Vista la profondità del punto in cui è caduto Valle, non sono i sommozzatori a cercare l’uomo di 65 anni, ma il robot Rov dei Vvf di Salò. Viene inoltre utilizzato un sonar a strascico. Pare dunque che l’uomo non avesse il giubotto di salvataggio: skipper esperto e istruttore di vela alla Fraglia, non se ne privava mai. Forse lo ha tolto per il troppo caldo.

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli