Conte agli italiani: “Ora sta a noi decidere se vogliamo evitare dolorosi dietrofront”

Finora le restrizioni hanno dato buoni risultati, da oggi però saremo chiamati ad un surplus di attenzione. Più che sui decreti e sulle ordinanze puntiamo sull’autotutela“, ha annunciato il capo del Governo. “Un appello agli italiani, un appello accorato che cerca di responsabilizzare tutti i cittadini, considerando che a questo punto viene in qualche modo meno la guida del governo e comincia una fase in cui sarà il comportamento dei singoli a fare la differenza“.

Parlando al Corriere della Sera, Giuseppe Conte ha detto che “tocca a noi decidere se vogliamo che sia una fase risolutiva e definitiva. Non è una fase meno complessa di quella che si sta chiudendo, ma finora la risposta della popolazione è stata molto efficace e confido continui ad esserlo“. Insomma, la crisi non è finita e ciò che comincia con la “fase 2” non è un “libera tutti”: “uscire di casa non significa prendere delle libertà che ancora non sono state definite“. Per tutto questo sarà richiesto un surplus di attenzione e responsabilità da parte di tutti gli italiani.

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli