Maltempo Montecchio.jpg

Conta degli eventi calamitosi camuni

La Comunità Montana di Vallecamonica, Servizio Foreste e Bonifica montana e Servizio Protezione civile, ha redatto la scheda degli eventi calamitosi  principali di queste ultime 48 ore su tutto il territorio, da cui si evince sia la pericolosità che la portata dell’evento e, soprattutto, la necessità di avere un immediato e con reto sostegno da Regione Lombardia.

Problematiche idrauliche

Piena del Fiume Oglio con limitate esondazioni a Cividate Camuno e sulla pista ciclabile a Breno

Danneggiamento scogliere spondali area Borgo Olcese Comuni di Cividate Camuno, Esine e Piancogno

Torrente Grigna danneggiamento dell’argine in sponda sinistra presso zona industriale di Plemo (Esine)

Trasporto di ingente massa vegetale nel Lago di Iseo con problematiche per la navigazione e grossi costi di raccolta e smaltimento

Sala Operativa G.I.Co.M. attivata per monitoraggio Fiume Oglio e Torrente Grigna tramite Gruppi di P.C. Bassa Valle

Problematiche idrogeologiche

Interruzione della strada intercomunale Darfo-Esine tra Sacca e Montecchio per colate detritiche

Esondazione del Torrente Figna in Comune di Ceto con interruzione della ferrovia della ex statile e interessamento di numerose abitazioni

Frana ed esondazione del Torrente Valucla in Comune di Vione con interruzione di una strada V.A.S.P., della ciclabile Karolingia, della provinciale Stadolina-Vione e della S.S. 42

Caduta massi sulla S.S. 42 a Forno d’Allione con interruzione della strada

Interruzioni di numerose strade V.A.S.P., di cui è in corso la ricognizione

Tromba d’aria

Danneggiamento di estese porzioni di boschi soprattutto in alta quota e sul versante idrografico sx della valle: è in corso di quantificazione da parte dei Consorzi forestali ma si stima una superficie di 500 ha. In particolare Campolaro-Bazena nei Comuni di Bienno e Breno, Pian d’Astrio (Breno), Val Paghera (Ceto), Volano (Cimbego), Zumella (Paspardo), Spì-Tambione (Sellero), Val Paghera (Vezza d’Oglio), Valbione-Pezzo (Ponte di Legno), Val Malga (Sonico), Val Saviore

A causa della caduta degli alberi interruzione di numerose arterie: S.S. 42 da Edolo a Ponte di Legno, S.S. 39 a Corteno, ferrovia tra Sellero e Edolo, SP 6 della Val Saviore, strada d’accesso alla frazione Vico (Edolo), nonché sulla maggior parte delle strade di accesso alle malghe

Interruzione fornitura di energia elettrica causa crolli delle linee aeree Enel in molte zone della Valle

Considerazioni finali

Emergenza

Positività: avvisi di allerta e meteo precisi e tempestivi, piena operatività dei Gruppi di P.C. sia per i pronti interventi che per i monitoraggi

Negatività: inconsistenza nella catena di comando di allerta e P.C. (Provincia, UTR, Regione)

Necessità di bonificare i danni subiti dal territorio mediante apposite istanze agli assessorati regionali competenti, debitamente documentate e possibilmente coordinate dalla comunità Montana per gli ambiti di propria competenza (forestale e idrogeologica)

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli