incidente mortale montagna

Muore escursionista al Gavia colpito da una scarica di sassi

È un bresciano di Castegnato di 52 anni l’alpinista che oggi ha perso la vita nella zona del Gavia. Era con altri due amici escursionisti, un uomo e una donna. Giunti in auto dalla Valle Camonica fino alla zona di Sant’Apollonia, avevano poi risalito in bicicletta la strada che porta al Gavia e a piedi si erano diretti lungo la Normale del Passo.

In prossimità di un canale, secondo una dinamica in corso di accertamento, è partita una scarica di massi e una grossa pietra ha travolto i due alpinisti che si trovavano più in basso. Sono caduti per alcune decine di metri: uno si è fermato in una cengia, l’altro è finito alla base del pendio e non è sopravvissuto alle ferite riportate. Sul posto l’elisoccorso da Sondrio, una decina di tecnici della Stazione di Valfurva del CNSAS Lombardo (Corpo nazionale soccorso alpino e speleologico) e il SAGF – Soccorso alpino Guardia di Finanza. Il medico ha stabilizzato il ferito, che è stato trasportato all’ospedale di Sondalo. La donna, bloccata più in alto, è stata raggiunta dai soccorritori e messa in sicurezza. Il corpo dell’alpinista deceduto è stato recuperato e portato a valle. In questo periodo le temperature superiori alla media hanno compromesso la coesione del terreno e quindi è necessario prestare molta attenzione alle condizioni dei sentieri, che in determinati casi possono presentare rischi superiori rispetto al solito.

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli

A Rota Imagna 100 bambini ucraini

Dal 20 marzo, Rota d’Imagna, paesino di 900 anime delle valli bergamasche, ospita 100 bambini ucraini. Sono tutti orfani che, forunatamente, sono riusciti a lasciare