chiusa sp 345.jpg

Bazena isolata dal mondo

Riaperta la strada provinciale 345 del passo di Crocedomini, rimasta chiusa dal 29 ottobre nel tratto Astrio-Campolaro, dopo la tromba d’aria ed il forte maltempo che ha devastato ettari di foresta e creato gravi problemi alla viabilità. In particolare, in località Degna si era anche verificato uno smottamento su un fronte che da alcuni decenni era fermo e, sulla strada erano finiti alcuni massi.

Dopo la ripulitura del versante, nel pomeriggio di venerdì 23 novembre la strada è stata riaperta con limitazione di carreggiata. Si tratta di una prima e urgente sistemazione mentre per la completa messa in sicurezza di questo tratto di provinciale servirà un intervento ben più importante che potrebbe essere programmato in primavera. L’apertura della frequentata provinciale bresciana è dunque solo fino a Campolaro, ma non oltre: alcuni tratti di carreggiata a valle del nastro d’asfalto sono stati fortemente ammalorati dalla caduta di grossi alberi le cui radici hanno asportato anche tratti di muretti di contenimento. Il rifugio Tassara in Bazena, aperto tutto l’anno, rischia di non avere ben 7 mesi di apertura con immaginabili danni economici per chi gestisce la struttura, riferimento importante per gli inverni di appassionati camminataori, fondisti, sci alpinisti, ciaspolatori, musher con cani da slitta, astrofili e frequentatori della montagna innevata in genere. Intanto si è appreso che l’Assessore regionale al turismo, Lara Magoni, è stata informata della situazione direttamente da Assorifugi Lombardia con una lettera-documento che la ragguaglia di quanto accaduto e sui problemi conseguenti.

 

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli