frane

Attuazione degli interventi per l’assetto idrogeologico. Una valle monitorata

In Lombardia ampie porzioni di territorio sono interessate da fenomeni di dissesto idraulico e idrogeologico. Regione Lombardia, inoltre, attua una serie di politiche mirate al ripristino e alla manutenzione dei corsi d’acqua, dei versanti e delle opere esistenti e alla prevenzione dei rischi.

Con questi termini si intendono i processi di tipo morfologico caratterizzati da azioni che generano un degrado del suolo. Sebbene il dissesto idrogeologico possa generarsi a seguito di fenomeni meteorologici le azioni che causano un degrado del suolo sono quasi del tutto legati a varie attività umane, tra cui, a titolo esemplificativo, la cementificazione. Pertanto, la definizione di dissesto idrogeologico indica un insieme di processi di degradazione del territorio e del suolo più nello specifico, processi innescati quasi esclusivamente dall’uomo, che hanno conseguenze notevolmente gravi, soprattutto quando si verificano determinate condizioni meteorologiche.

Ci sono situazioni, sul territorio lombardo, che destano più preoccupazioni rispetto ad altre e che periodicamente presentano il conto o richiamano l’attenzione di chi è preposto a mantenere sotto controllo l’andamento di frane o smottamenti. In Valle Camonica sono numerosi i siti che periodicamente vengono studiati dagli operatori.  Ne esce una mappa , interessante e preoccupante al tempo stesso, con una concentrazione di situazioni in Alta valle Camonica

I singoli siti monitorati daranno vita ad un approfondimento che troverete sul giornale cartaceo in uscita per i prossimi giorni d’inizio gennaio

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli