Ornica 768x430

Arriva il corso di formazione per «animatori culturali», presentazione a Ornica


E’ arrivato quasi a conclusione il progetto “Le Terre dei Baschenis”, ideato per valorizzare e promuovere il territorio attraverso la conoscenza delle opere dei “frescanti” Baschenis e degli altri importanti maestri presenti nelle Valli Averara e Stabina, in occasione della ricorrenza del 400° anniversario della nascita di Evaristo Baschenis, ultimo prestigioso discendente della dinastia di artisti che hanno dato lustro al territorio bergamasco. “Il progetto lascia un’eredità concreta in Alta Valle Brembana, terra d’origine della famiglia dei Baschenis”, spiegano il presidente Matteo Rossi e il consigliere provinciale alla Cultura Alberto Vergalli. “E’ stato realizzato un percorso che si snoda attraverso i comuni di Averara, Cassiglio, Cusio, Ornica, Santa Brigida e Valtorta per mettere in rilievo 39 siti ed edifici storico-artistici di particolare pregio e interesse. La manifestazione estiva “Arte e Musica d’altri tempi” proposta nel mese di luglio ha avuto un riscontro molto positivo di partecipanti, in gran parte villeggianti e turisti, elemento che conferma la validità dell’iniziativa e che indica una linea strategica su cui insistere e proseguire”.

Un’infrastruttura quindi che rimane, composta da: una mappa del territorio con l’ubicazione dei 39 siti ed edifici storico-artistici, posizionata in ognuno dei sei Comuni promotori; pannelli illustrativi con descrizione bilingue, collocati in vicinanza di ciascun sito/edificio; un pieghevole informativo, corredato dalla mappa del territorio, che consente ai visitatori di identificare e intraprendere facilmente i percorsi proposti.

Per completare l’iniziativa è stato organizzato un corso finalizzato a formare “animatori culturali locali” che potranno accompagnare i visitatori lungo i percorsi, in un viaggio di conoscenza storico-artistica delle Valli Averara e Stabina. Indirizzato in particolar modo alla popolazione locale e ai giovani residenti in Val Brembana, il corso verrà curato da esperti del Centro Storico Culturale Valle Brembana e dell’Associazione Guide Giacomo Carrara, in collaborazione con la Cooperativa In Cammino: “Obiettivo del corso è migliorare l’accoglienza turistica in Alta Valle Brembana, formando un gruppo di “animatori culturali” fortemente motivati e orientati allo sviluppo di un turismo legato all’arte e alla storia del territorio”, spiegano gli organizzatori.

Il corso inizierà il 2 ottobre 2017 nel Centro Polifunzionale del Comune di Santa Brigida. Le iscrizioni sono aperte fino al fino al 23 settembre prossimo. Al termine del corso i partecipanti riceveranno un attestato di frequenza rilasciato dalla Provincia di Bergamo che permetterà loro di essere coinvolti nelle iniziative rivolte sia alla popolazione locale che a visitatori e turisti, organizzate dai comuni promotori.

Per illustrare il corso e delineare prospettive di ulteriori iniziative in ambito storico-culturale per lo sviluppo del turismo in Valle Brembana, venerdì 15 settembre alle ore 17, nella sala della Biblioteca comunale di Ornica, avrà luogo una conferenza stampa con successiva visita al percorso di Ornica e Cassiglio. Seguirà un aperitivo offerto da Ecomuseo di Ornica.


 

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli

A Rota Imagna 100 bambini ucraini

Dal 20 marzo, Rota d’Imagna, paesino di 900 anime delle valli bergamasche, ospita 100 bambini ucraini. Sono tutti orfani che, forunatamente, sono riusciti a lasciare